venerdì 5 settembre 2014

L'APOCALISSE E LA RICOSTRUZIONE DEL TEMPIO DI GERUSALEMME.Una serie di articoli per capire cosa accade e cosa ci aspetta.





La Grande Meretrice dell'Apocalisse.
Roma e i suoi sette colli svela il Mistero.
I Re d'Oriente alleati a Roma. L'Agnello simbolo del Messia.
I Credenti contro il Falso Messia. Le profezie sul Vero Messia.
Ottusità delle genti a non riconoscere il Maestro di Giustizia.
Il Giorno dei grandi terremoti Le stelle in cielo fanno la guerra.
L'anno della Perfezione e del Compimento.
Da Nostradamus: ultimi presagi (1980) da pg. 130 a pg. 161



        Nicolas Poussin, Distruzione del tempio di Gerusalemme nel 70 d.C     Foto: http://digilander.libero.it/Hard_Rain/Apocalevang_file/image001.jpg


Abbiamo avuto la supremazia del Cesare Papale nel periodo medievale. Potete considerare la data che vi pare, fino al 1517 dopo Cristo. Successivamente c'è stata la Riforma Protestante, con Martin Lutero, dal 1517 fino ai nostri giorni. La supremazia della Parola di Dio rispetto alla parola dei sacerdoti. Abbiamo successivamente avuto la Contro-Riforma, che i Gesuiti avviarono per distruggere la Riforma Protestante. Ma voglio che ricordiate questo, indipendentemente dalla vostra fede religiosa, la Riforma, per la prima volta nella storia, ci ha fornito tre cose: la libertà di espressione, la libertà di stampa e la libertà di culto. Ognuno ha il diritto di credere ciò che vuole riguardo a Dio, ha il diritto di scegliere ciò che vuole scrivere, in ogni caso assumendosi la responsabilità di quello che sostiene. La libertà di coscienza è imperativa per una civiltà effettivamente prospera. Anche perchè se si utilizza quella libertà di coscienza, se la si utilizza in campo scientifico, solo a quel punto è possibile un effettivo progresso scientifico. E questa è una delle ragioni per cui l'Occidente Protestante è stato a lungo leader nello sviluppo della cultura e della scienza. Oggi abbiamo questo movimento New Age. Il movimento New Age è stato creato in origine dal Padre Gesuita (Teilhard de) Chardin, il padre della New Age. E rappresenta invece un elemento della costruzione che ci porterà indietro all'Età Oscura, al Medioevo, con la supremazia del Cesare Romano, e, alla fine, al ritorno del Figlio di Dio, che stabilirà il suo Regno Millenario. Di nuovo, ho già fatto riferimento alle due chiavi, abbiamo il Potere Spirituale Universale, ed il Potere Temporale Universale, a partire da Pipino. Il Meridiano di tali poteri è stato colui che io chiamo il Papa-Demonio, ovvero Innocenzo III, che massacrò gli Albigesi, ed uccise tutti i Valdesi, affermando: "prendete e massacrate quei cani rognosi". Inviò il suo esercito Francese a farlo. La Compagnia di Gesù ha affermato di essere assolutamente devota alla causa della Restaurazione del Potere Temporale Universale del Cesare Papale sovrapposto al Potere Spirituale Universale. Il risorto Cesare Papale intende imporre il proprio Potere Temporale su ogni nazione della Terra regnando dal Terzo Tempio di Salomone ancora da costruire a Gerusalemme.

http://connessionecosciente.wordpress.com/2013/03/18/eric-jon-phelps-i-gesuiti-e-il-vaticano-parte-1/
http://fuoridimatrix.blogspot.it/p/il-potere-illuminati.html


Peres a Papa, fondiamo Onu religioni
 http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2014/09/04/peres-a-papa-fondiamo-onu-religioni_d3e714f1-4555-49e6-9347-8970b43cff95.html

Gerusalemme,tutto pronto per la ricostruzione del tempio!
http://www.associazionelatorre.com/2013/06/gerusalemme-tutto-pronto-per-la-ricostruzione-del-tempio/


Apocalypse soon - X files - empo per un Tempio? Piano ebraico per la ricostruzione del Tempiohttp://www.apocalypsesoon.org/I/i-xfile-4.html



2012,La profezia di Daniele,L'apocalisse,Horus,il Papa e i sette (SETH)anni (SAT-AN-SET-AN-SETTE -ANNI)della Tribolazione

"Poi i farisei e i sadducei si accostarono a Gesù e, per tentarlo, gli chiesero di mostrare loro un segno dal cielo. Egli rispose loro e disse: "Quando arriva la sera voi dite, sarà bel tempo perché il cielo è rosso'. E la mattina dite: 'Oggi ci sarà una tempesta, perché il cielo è rosso cupo'. Ipocriti! Ben sapete dunque discernere l’aspetto del cielo, ma non sapete come distinguere i segni di questo tempo?"
Matteo 16:1,2.

Voceditalia.it - Profezia shock di Papa Francesco: moriro' tra 2 o 3 anni

Fa anche le battutine ora

"Gli anni della tribolazione termineranno nel 2019.
l'Annunciazione dell'arrivo del "dominio finale della Bestia" e quindi del giudizio.
Approfondimeni sotto

Voceditalia.it - Profezia shock di Papa Francesco: moriro' tra 2 o 3 anni
http://www.voceditalia.it/articolo.asp?id=107006&titolo=Profezia%20shock%20di%20Papa%20Francesco%20moriro%27%20tra%202%20o%203%20anni

Questo argomento esamina alcuni eventi che si possono considerare “segni precursori”
dell’adempimento finale della profezia di
Daniele 12:7, Ap.13:5 e Ap.11:3,
che condurrà al ritorno glorioso di Gesù Cristo.

Francisco [Jorge Mario Bergoglio Sívori]:Suo padre fu l'immigrante (ebreo) italiano José Mario Francisco Bergoglioche lavorava come impiegato ferroviario. Anche sua madre, la signora Regina María Sívori, casalinga, fu immigrante (ebrea) italiana.
http://www.avventismoprofetico.it/modules.php?name=Content&pa=showpage&pid=610#sthash.mJF2h1ZX.dpbs

PEREZ E BERGOGLIO
http://espadadelespiritu.foroactivo.com/t1564-un-asesino-disfrazado-de-cordero-en-el-trono-papal

Il Papa finale di Roma terminerà diventanto l'Horus risorto Un Papa Gesuita come Francesco I è importante all'interno dei ranghi dell'Ordine dei Gesuiti. D: Qual'è la posizione del Generale Superiore e la sua Assistenza? R: Una piccola regione sovrana prossima al Vaticano chiamata Borgo Santo Spirito. Il quartier generale dei Gesuiti è conosciuto come Curia Generaliza. Il Generale Superiore è noto per essersi vantato "da qui noi controlliamo il mondo". D: Qual'è l'ufficio conosciuto più potente del mondo? R: L'Ufficio della Santa Sede è l'ufficio conosciuto più potente nel mondo. Dietro le quinte l'Ordine dei Gesuiti hanno preso il potere di questo ufficio dal 19° secolo. L'infallibile Papa di Roma è palesamente il più potente uomo sulla Terra. Il Papa di Roma è l'Osiride d'Egitto, il Dio Sole e i suoi Cardinali sono cerniere alla porta del Sole. Il Papa finale di Roma terminerà diventanto l'Horus risorto! http://fuoridimatrix.blogspot.it/2013/10/intervista-the-unhived-mind-ottobre.html

Domanda: "Che cos’è tribolazione? Come facciamo a sapere che tribolazione durerà sette anni?"

Risposta: La tribolazione è un periodo di tempo futuro di 7 anni in cui Dio completerà la Sua disciplina d’Israele e porterà a compimento il Suo giudizio del mondo miscredente. La chiesa, composta da tutti coloro che hanno confidato nella persona e nell’opera del Signore Gesù per essere salvati dal castigo per il proprio peccato, non sarà presente durante la tribolazione. La chiesa verrà allontanata dalla terra nell’evento che conosciamo come il rapimento (1 Tessalonicesi 4:13-18; 1 Corinzi 15:51-53). La chiesa è stata salvata dall’ira ventura (1 Tessalonicesi 5:9). Da un capo all’altro della Scrittura, si fa riferimento alla tribolazione con altri nomi come:

1) il giorno del Signore (Isaia 2:12; 13:6, 9; Gioele 1:15, 2:1, 11, 31, 3:14; 1 Tessalonicesi 5:2);
2) angoscia o tribolazione (Deuteronomio 4:30; Sofonia 1:1);
3) grande tribolazione, che fa riferimento alla seconda metà più intense del periodo di 7 anni (Matteo 24:21);
4) tempo o giorno di angoscia (Daniele 12:1; Sofonia 1:15);
5) tempo di angoscia per Giacobbe (Geremia 30:7).

È necessario comprendere Daniele 9:24-27 per capire lo scopo e il periodo della tribolazione. Questo passo di Daniele parla di 70 settimane che "sono state fissate riguardo al tuo popolo". Il "popolo" di Daniele era quello ebraico, la nazione d’Israele, e quello di cui parla Daniele 9:24 è un periodo di tempo che Dio ha dato per "per far cessare la perversità, per mettere fine al peccato, per espiare l’iniquità e stabilire una giustizia eterna, per sigillare visione e profezia e per ungere il luogo santissimo". Dio dichiara che "settanta settimane" adempiranno tutte queste cose. È importante comprendere che quando sono menzionate le "settanta settimane", non si sta parlando di una settimana per come la conosciamo noi (di 7 giorni). Il termine ebraico (heptad) tradotto come settimana in Daniele 9:24-27 significa letteralmente "7", e 70 settimane significa letteralmente 70 sette (70 volte 7). Questo periodo di tempo di cui parla Dio consiste effettivamente in 70 volte sette anni, ovvero 490 anni, il che è confermato da un’altra parte del passo di Daniele. Ai versetti 25 e 26, Daniele dice che il Messia sarà soppresso dopo le “sette settimane” e le “sessantadue settimane " (69 settimane in totale), a cominciare dal decreto di ricostruire Gerusalemme. In altri termini, 69 volte sette anni (483 anni) dopo il decreto di ricostruire Gerusalemme sarà soppresso il Messia. Gli storici biblici confermano che trascorsero 483 anni dal tempo del decreto di ricostruire Gerusalemme fino al tempo in cui fui crocifisso Gesù. La maggior parte degli studiosi cristiani, a prescindere dalla loro posizione in merito all’escatologia (le cose o gli eventi futuri), interpreta come sopra le 70 settimane di Daniele.

Essendo trascorsi 483 anni dal decreto di ricostruire Gerusalemme fino alla soppressione del Messia, resta un sette (7 anni) da adempiersi nei termini di Daniele 9:24: "per far cessare la perversità, per mettere fine al peccato, per espiare l’iniquità e stabilire una giustizia eterna, per sigillare visione e profezia e per ungere il luogo santissimo". Questo periodo finale di 7 anni è conosciuto come il periodo della tribolazione: un tempo in cui Dio porterà a compimento il giudizio su Israele per il suo peccato.

Daniele 9:27 dà qualche altra notizia di rilievo sul periodo di 7 anni della tribolazione. Daniele 9:27 dice: "L’invasore stabilirà un patto con molti, per una settimana; in mezzo alla settimana farà cessare sacrificio e offerta; sulle ali delle abominazioni verrà un devastatore. Il devastatore commetterà le cose più abominevoli, finché la completa distruzione, che è decretata, non piombi sul devastatore". La persona di cui parla questo versetto è quella che Gesù definisce "l’abominazione della desolazione" (Matteo 24:15) ed è chiamata “la bestia” in Apocalisse 13. Daniele 9:27 dice che la bestia stabilirà un patto per una settimana (7 anni), ma, a metà di questa settimana (3 anni e mezzo dall’inizio della tribolazione), infrangerà il patto facendo cessare sacrificio e offerta. Apocalisse 13 spiega che la bestia metterà un’immagine di se stessa nel tempio ed esigerà dal mondo intero di essere adorata. Apocalisse 13:5 dice che questo durerà per 42 mesi, che equivalgono a 3 anni e mezzo. Poiché Daniele 9:27 dice che questo accadrà “in mezzo alla settimana” e Apocalisse 13:5 dice che la bestia farà questo per un periodo di 42 mesi, è facile vedere che la lunghezza totale di tempo è di 84 mesi, ovvero 7 anni. Vedi anche Daniele 7:25, dove "un tempo, dei tempi e la metà d’un tempo" (un tempo = 1 anno; dei tempi = 2 anni; la metà d’un tempo = 1 anno e mezzo per un totale di 3 anni e mezzo) fanno anche riferimento alla grande tribolazione, cioè l’ultima metà del periodo di 7 anni della tribolazione, quando sarà al potere "l’abominazione della desolazione" (la bestia).

Per ulteriori riferimenti alla tribolazione, vedi Apocalisse 11:2-3, che parla di 1.260 giorni e 42 mesi, e Daniele 12:11-12, che parla di 1.290 giorni e 1.335 giorni, i quali fanno tutti riferimento al momento centrale della tribolazione. I giorni aggiuntivi di Daniele 12 potrebbero includere il tempo alla fine per il giudizio delle nazioni (Matteo 25:31-46) e il tempo per l’instaurazione del regno millenario di Cristo (Apocalisse 20:4-6).

Per saperne di più: http://www.gotquestions.org/Italiano/tribolazione.html...
http://www.gotquestions.org/Italiano/tribolazione.html

Il significato del termine "APOCALISSE"si può tradurre alla lettera con "Rivelazione" o con "scoperta", e sta appunto a indicare qualcosa che è nascosto agli occhi di tutti e che alla fine emergerà. -



 Come ho spiegato nei miei libri l'Onu delle religioni sarebbe stato il piano finale del NWO per garantire il controllo globale, il parlamento mondiale del religioni del NWO insomma, ed ecco che puntualmente arriva la conferma...quindi al prossimo stronzo che ci chiama cospirazionisti gli sputo in faccia!
Leo Lyon Zagami

Peres a Papa, fondiamo Onu religionihttp://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2014/09/04/peres-a-papa-fondiamo-onu-religioni_d3e714f1-4555-49e6-9347-8970b43cff95.html


Vogliono ricostruire il Tempio di Salomone,dopo tutto cosi' c'e' scritto nel "manuale del New World Order".Non e' un caso che quasi tutta o una grossa parte della Massoneria collabora per questo scopo.Molti Massoni neanche lo sanno ovviamente. Immaginate un po' allora la storiella come andra' a finire.
Bisogna farsene una ragione
Auguri
Fdm
http://www.associazionelatorre.com/2013/06/gerusalemme-tutto-pronto-per-la-ricostruzione-del-tempio/


Abbiamo anche il finale ULTIMA SETTIMANA: DISTRUZIONE DI GERUSALEMME (70 d.C.).

La profezia di Daniele si chiude annunciando che dopo la venuta del Messia: «Il popolo di un principe che verrà distruggerà la città e il santuario. Egli stringerà una forte alleanza con molti per una settimana e, nello spazio di metà settimana, farà cessare il sacrificio e l’offerta. Sull’ala del Tempio porrà l’abominio della desolazione e ciò sarà sino alla fine, fino al termine segnato sul devastatore». Nessun altro evento storico, ad oggi, può soddisfare l’avverarsi di questa profezia se non ladistruzione del tempio e della città avvenuta per mano dei romani nel 70 d.C. http://www.gianlucamarletta.it/.../la-profezia-delle-70.../

La manipolazione perpetrata dagli uomini dei Rothschild come Carlo de Benedetti, avviene attraverso il piano del Nuovo Ordine Mondiale in collaborazione con entità che non sempre sono di origine terrestre, perché in realtà le guide occulte dell’élite degli illuminati sono in realtà entità malvage, Eggregori dotati di una natura fortemente malvagia legata spesso ai misteriosi Superiori Incogniti della Massoneria e del Martinismo. Sempre Epiphanius, nel paragrafo dello stesso libro dedicato ai Superiori Incogniti, scrive:
La Stretta Osservanza fece proprio il concetto martinista di Superiore Incognito, entità non ben definita, dotata di poteri sovrannaturali che guiderebbe dall’ombra gli Ordini e le sette. Il martinista Pierre Mariel, nella sua opera già citata (N.d.A. Le nazisme, société secrete, pubblicata con lo pseudonimo di Werner Gerson), così li descrive. In effetti la Massoneria (tranne in certi casi di “alti gradi” sconosciuti ai “fratelli” meno avanzati) è l’anticamera, il vestibolo di altri gruppi, chiusi, più attivi e potenti. Per usare un paragone pittoresco: la Massoneria è un vivaio. I pescatori più avveduti sanno pescarvi pesci grossi per metterli in luogo sicuro. Chi sono questi “pescatori”, coloro che nella Stretta Osservanza Templare e nel Rito Scozzese Rettificato sono chiamati i Superiori Sconosciuti, ma dei quali si parla soltanto con mezze parole, “con timore e tremore”.
Per far sì che queste entità astrali (benigne o malvagie che siano) possano manifestarsi fisicamente, gli ebrei che svolgono il ruolo di manipolatori supremi della Framassoneria (FIG. 7) e degli Illuminati, praticano l’uso della Kabbalah presentandola alle masse come una pratica religiosa e misteriosa, in nessun modo collegata alle entità di cui vi ho appena parlato.
Bisogna peraltro aggiungere che di questo periodo di grandi e impreviste tribolazioni ho avuto conferma definitiva verso fine marzo del 2011, anche da parte di membri di alto livello della gerarchia vaticana, i quali tramite i veggenti coinvolti nelle apparizioni di Medjugorie, avrebbero ricevuto allarmanti messaggi che sembrano indicare proprio il periodo che va da oggi al 2019 come quello in cui si verificheranno gli eventi terribili che cambieranno per sempre la storia dell’umanità. Di questo è certo anche un mio vecchio amico, il marchese Roberto Caldirola (33° R:.S:.A:.A:.), personaggio di spicco della diplomazia e dell’Intelligence Community internazionale, e una delle poche persone che meritano il mio rispetto incondizionato in questo tipo di ambiente caratterizzato da sempre dal doppiogiochismo e dalla falsità come regola di vita.
Questo, come ho già accennato nel primo volume, fa del dottor Caldirola una mosca Bianca, per i suoi alti valori morali, in questo ciarpame contemporaneo che purtroppo dimostra di essere un deserto spirituale senza precendenti. Tutti questi eventi, comunque, ci condurranno o ci dovrebbero condurre inevitabilmente verso uno scontro finale fra le forze del male e le forze angeliche della luce; questi esseri alieni dall’aspetto angelico hanno cercato di proteggerci dagli dei della schiavitù, cioè dagli esseri oppressivi che tengono sotto controllo il nostro mondo da tempo immemorabile e che sono noti nella cultura cristiana come “le legioni di Satana”.
Queste devono essere sconfitte e dominate, in modo da fondare una nuova razza umana libera dalla loro schiavitù, perché il male sta corrompendo i popoli ora più che mai, esercitando un’opera di seduzione mondiale e spingendo tutte le genti all’ultima battaglia contro la vera fede, quella nello Spirito Santo. Ma noi crediamo che il male possa essere ancora fermato da Cavalieri nobili e realmente dediti allo Spirito Santo, e che solo in questo modo avremo il tanto atteso Regno dei mille anni di pace sulla Terra profetizzato nell’Apocalisse di san Giovanni. Ma vediamo da vicino i passi dell’Apocalisse dove si parla di questi mille anni:
Poi vidi un angelo che scendeva dal cielo e avea la chiave dell’abisso e una gran catena in mano. Ed egli afferrò il dragone, il serpente antico, che è il Diavolo e Satana e lo legò per mille anni, lo gettò nell’abisso che chiuse e suggellò sopra di lui onde non seducesse più le nazioni finché fossero compiti i mille anni; dopo di che egli ha da essere sciolto per un po’ di tempo.
(Apocalisse 20: 1-3)
Poi vidi dei troni; e a coloro che vi si sedettero fu dato il potere di giudicare. E vidi le anime di quelli che erano stati decollati per la testimonianza di Gesù e per la parola di Dio, e di quelli che non aveano adorata la bestia né la sua immagine, e non aveano preso il marchio sulla loro fronte e sulla loro mano; ed essi tornarono in vita, e regnarono con Cristo mille anni. Il rimanente dei morti non tornò in vita prima che fosser compiti i mille anni. Questa è la prima risurrezione. Beato e santo è colui che partecipa alla prima risurrezione. Su loro non ha potestà la morte seconda ma saranno sacerdoti di Dio e di Cristo e regneranno con lui quei mille anni.
(Apocalisse 20: 4-6)
E quando i mille anni saranno compiti, Satana sarà sciolto dalla sua prigione e uscirà per sedurre le nazioni che sono ai quattro canti della Terra, Gog e Magog, per adunarle per la battaglia: il loro numero è come la rena del mare. E salirono sulla distesa della Terra e attorniarono il campo dei santi e la città diletta; ma dal cielo discese del fuoco e le divorò. E il diavolo che le avea sedotte fu gettato nello stagno di fuoco e di zolfo, dove sono anche la bestia e il falso profeta; e saran tormentati giorno e notte, nei secoli dei secoli.
(Apocalisse 20:7-10)
Dunque per l’Apocalisse di san Giovanni, al ritorno di Cristo, un angelo di Dio prenderà il diavolo e lo legherà per mille anni onde non seduca più le nazioni per tutto questo tempo; alla fine di questo tempo il diavolo sarà sciolto. La Bibbia insegna chiaramente che la corruzione del mondo visibile è influenzata e animata da un regno popolato da invisibili spiriti decaduti (Daniele 10: 12-13; Efesini 6: 12), i quali sono guidati da Satana – il «dio dell’età presente» (2Corinzi 4: 49) – e la cui malvagia lotta è finalizzata a frustrare gli scopi del vero Dio. Attenzione, però: in tutto questo il nemico, il Satana descritto dai cristiani, non deve essere identificato solo come un pericolo esterno (rappresentato dal Nuovo Ordine Mondiale in tutte le sue diramazioni), ma anche come un pericolo interno, in quanto per poter salvare gli altri dobbiamo anzitutto salvare noi stessi da qualsiasi forma di controllo da parte del malvagio e dei suoi seguaci che hanno sposato la causa degli angeli caduti e dei loro spiriti malvagi.http://www.macrolibrarsi.it/.../anteprima-le-confessioni...



"Poi i farisei e i sadducei si accostarono a Gesù e, per tentarlo, gli chiesero di mostrare loro un segno dal cielo. Egli rispose loro e disse: "Quando arriva la sera voi dite, sarà bel tempo perché il cielo è rosso'. E la mattina dite: 'Oggi ci sarà una tempesta, perché il cielo è rosso cupo'. Ipocriti! Ben sapete dunque discernere l’aspetto del cielo, ma non sapete come distinguere i segni di questo tempo?"
Matteo 16:1,2.

 
LA PROFEZIA DELLE SETTANTA SETTIMANE DI DANIELE.ALCUNE FOTO : Il libro di Daniele è l'Apocalisse dell'Antico Testamento, in esso vengono svelate le vicende del popolo d'Israele fino alla fine di questa civiltà.
http://www.sequenzaprofetica.org/2011/11/15-2012-%E2%80%93-2016-%E2%80%93-2018-%E2%80%93-2019-la-settantesima-settimana-di-daniele-l%E2%80%99abominazione-della-desolazione-l%E2%80%99anno-del-giubileo-parte-i/

I, pet goat II full original version
https://www.youtube.com/watch?v=Z8NvjdBt5n0

°HACK YOUR MIND°: COSA SUCCEDE AL PAPA:<< Tra 2 o 3 anni mi dimetto o "vado dal Padre" >> -...
http://lagrandeopera.blogspot.it/2014/08/cosa-succede-al-papa-muoiono-3-nipoti.html

I sette anni della Tribolazione
Adesso più che mai, dobbiamo prepararci a vivere sette anni di tribolazioni nel periodo che va da ora fino al 2019, un periodo nel quale secondo alcuni ci sarà probabilmente una Terza guerra mondiale, con la “coreografia” di una serie di disastri naturali, virus mortali e tutta una serie di fattori non meglio precisati che porteranno distruzione e fame nel mondo. Questo non è fare “complottismo” e “dietrologismo”. Ecco cosa scrive il misterioso Epiphanius in Massoneria e sette segrete. La faccia occulta della storia:
In altre parole: posto che i “complottisti” e i “dietrologi” sono i cattivi, chi mai saranno i buoni? La risposta a questa domanda è logica e inevitabile: i buoni sono i cittadini serenamente fiduciosi nella storiografia e nella cronaca del regime, disciplinatamente incolonnati nei partiti e nei sindacati in cui esso si articola; coloro che, candidamente, non vengono neppure sfiorati dal sospetto che le notizie e scene dei telegiornali e dei giornali possano essere manipolate, o che, se nutrono qualche sospetto, lo nutrono solo nel preordinato alveo che la parte politica cui aderiscono addita loro con infallibile autorità.
Fra questi buoni i migliori sono coloro che, comprando ogni mattina il giornale loro gradito (in Italia il più consigliabile per essi è certamente la Repubblica di Carlo de Benedetti, preferito infatti da chi ha pretese culturali e ama farne sfoggio) ne assimilano i messaggi del giorno, eventualmente in contraddizione con quelli del numero precedente, e li fanno propri difendendoli, all’occorrenza, con calorosa convinzione. In un mondo in cui le tecniche pubblicitarie quasi sempre seduttive e deformanti, se non addirittura mendaci, dominano persino il commercio dei dentifrici, in cui “fiction” cinematografiche, fotomontaggi, realtà virtuale e persino messaggi subliminali sono presenti ad ogni angolo, questi “buoni” del sistema, di un sistema al quale, magari, si illudono persino di opporsi, non sono neppure sfiorati dal dubbio di poter essere presi per il naso e condotti al guinzaglio.
La manipolazione perpetrata dagli uomini dei Rothschild come Carlo de Benedetti, avviene attraverso il piano del Nuovo Ordine Mondiale in collaborazione con entità che non sempre sono di origine terrestre, perché in realtà le guide occulte dell’élite degli illuminati sono in realtà entità malvage, Eggregori dotati di una natura fortemente malvagia legata spesso ai misteriosi Superiori Incogniti della Massoneria e del Martinismo. Sempre Epiphanius, nel paragrafo dello stesso libro dedicato ai Superiori Incogniti, scrive:
La Stretta Osservanza fece proprio il concetto martinista di Superiore Incognito, entità non ben definita, dotata di poteri sovrannaturali che guiderebbe dall’ombra gli Ordini e le sette. Il martinista Pierre Mariel, nella sua opera già citata (N.d.A. Le nazisme, société secrete, pubblicata con lo pseudonimo di Werner Gerson), così li descrive. In effetti la Massoneria (tranne in certi casi di “alti gradi” sconosciuti ai “fratelli” meno avanzati) è l’anticamera, il vestibolo di altri gruppi, chiusi, più attivi e potenti. Per usare un paragone pittoresco: la Massoneria è un vivaio. I pescatori più avveduti sanno pescarvi pesci grossi per metterli in luogo sicuro. Chi sono questi “pescatori”, coloro che nella Stretta Osservanza Templare e nel Rito Scozzese Rettificato sono chiamati i Superiori Sconosciuti, ma dei quali si parla soltanto con mezze parole, “con timore e tremore”.
Per far sì che queste entità astrali (benigne o malvagie che siano) possano manifestarsi fisicamente, gli ebrei che svolgono il ruolo di manipolatori supremi della Framassoneria (FIG. 7) e degli Illuminati, praticano l’uso della Kabbalah presentandola alle masse come una pratica religiosa e misteriosa, in nessun modo collegata alle entità di cui vi ho appena parlato.
Bisogna peraltro aggiungere che di questo periodo di grandi e impreviste tribolazioni ho avuto conferma definitiva verso fine marzo del 2011, anche da parte di membri di alto livello della gerarchia vaticana, i quali tramite i veggenti coinvolti nelle apparizioni di Medjugorie, avrebbero ricevuto allarmanti messaggi che sembrano indicare proprio il periodo che va da oggi al 2019 come quello in cui si verificheranno gli eventi terribili che cambieranno per sempre la storia dell’umanità. Di questo è certo anche un mio vecchio amico, il marchese Roberto Caldirola (33° R:.S:.A:.A:.), personaggio di spicco della diplomazia e dell’Intelligence Community internazionale, e una delle poche persone che meritano il mio rispetto incondizionato in questo tipo di ambiente caratterizzato da sempre dal doppiogiochismo e dalla falsità come regola di vita.
Questo, come ho già accennato nel primo volume, fa del dottor Caldirola una mosca Bianca, per i suoi alti valori morali, in questo ciarpame contemporaneo che purtroppo dimostra di essere un deserto spirituale senza precendenti. Tutti questi eventi, comunque, ci condurranno o ci dovrebbero condurre inevitabilmente verso uno scontro finale fra le forze del male e le forze angeliche della luce; questi esseri alieni dall’aspetto angelico hanno cercato di proteggerci dagli dei della schiavitù, cioè dagli esseri oppressivi che tengono sotto controllo il nostro mondo da tempo immemorabile e che sono noti nella cultura cristiana come “le legioni di Satana”.
Queste devono essere sconfitte e dominate, in modo da fondare una nuova razza umana libera dalla loro schiavitù, perché il male sta corrompendo i popoli ora più che mai, esercitando un’opera di seduzione mondiale e spingendo tutte le genti all’ultima battaglia contro la vera fede, quella nello Spirito Santo. Ma noi crediamo che il male possa essere ancora fermato da Cavalieri nobili e realmente dediti allo Spirito Santo, e che solo in questo modo avremo il tanto atteso Regno dei mille anni di pace sulla Terra profetizzato nell’Apocalisse di san Giovanni. Ma vediamo da vicino i passi dell’Apocalisse dove si parla di questi mille anni:
Poi vidi un angelo che scendeva dal cielo e avea la chiave dell’abisso e una gran catena in mano. Ed egli afferrò il dragone, il serpente antico, che è il Diavolo e Satana e lo legò per mille anni, lo gettò nell’abisso che chiuse e suggellò sopra di lui onde non seducesse più le nazioni finché fossero compiti i mille anni; dopo di che egli ha da essere sciolto per un po’ di tempo.
(Apocalisse 20: 1-3)
Poi vidi dei troni; e a coloro che vi si sedettero fu dato il potere di giudicare. E vidi le anime di quelli che erano stati decollati per la testimonianza di Gesù e per la parola di Dio, e di quelli che non aveano adorata la bestia né la sua immagine, e non aveano preso il marchio sulla loro fronte e sulla loro mano; ed essi tornarono in vita, e regnarono con Cristo mille anni. Il rimanente dei morti non tornò in vita prima che fosser compiti i mille anni. Questa è la prima risurrezione. Beato e santo è colui che partecipa alla prima risurrezione. Su loro non ha potestà la morte seconda ma saranno sacerdoti di Dio e di Cristo e regneranno con lui quei mille anni.
(Apocalisse 20: 4-6)
E quando i mille anni saranno compiti, Satana sarà sciolto dalla sua prigione e uscirà per sedurre le nazioni che sono ai quattro canti della Terra, Gog e Magog, per adunarle per la battaglia: il loro numero è come la rena del mare. E salirono sulla distesa della Terra e attorniarono il campo dei santi e la città diletta; ma dal cielo discese del fuoco e le divorò. E il diavolo che le avea sedotte fu gettato nello stagno di fuoco e di zolfo, dove sono anche la bestia e il falso profeta; e saran tormentati giorno e notte, nei secoli dei secoli.
(Apocalisse 20:7-10)
Dunque per l’Apocalisse di san Giovanni, al ritorno di Cristo, un angelo di Dio prenderà il diavolo e lo legherà per mille anni onde non seduca più le nazioni per tutto questo tempo; alla fine di questo tempo il diavolo sarà sciolto. La Bibbia insegna chiaramente che la corruzione del mondo visibile è influenzata e animata da un regno popolato da invisibili spiriti decaduti (Daniele 10: 12-13; Efesini 6: 12), i quali sono guidati da Satana – il «dio dell’età presente» (2Corinzi 4: 49) – e la cui malvagia lotta è finalizzata a frustrare gli scopi del vero Dio. Attenzione, però: in tutto questo il nemico, il Satana descritto dai cristiani, non deve essere identificato solo come un pericolo esterno (rappresentato dal Nuovo Ordine Mondiale in tutte le sue diramazioni), ma anche come un pericolo interno, in quanto per poter salvare gli altri dobbiamo anzitutto salvare noi stessi da qualsiasi forma di controllo da parte del malvagio e dei suoi seguaci che hanno sposato la causa degli angeli caduti e dei loro spiriti malvagi.
Solamente allora riusciremo a stabilire un chiaro modo di comunicare con la forma più elevata del nostro io e riusciremo a metterci in contatto con il nostro io superiore e con gli esseri di luce che verranno per salvare il mondo dalla via del male: una possibilità di elevare come mai prima d’ora il proprio spirito, oltre la coltre dell’illusione che ci circonda. Questo però non si è ancora realizzato perché coloro che controllano il potere, ovvero gli “Illuminati” ormai “fulminati” delle varie tradizioni misteriche arrivate a noi dall’antichità sono stati corrotti da tempo a causa dell’ingordigia e del materialismo imperanti, e si sono uniti anima e corpo al male.
Noi esseri umani, spinti dai poteri forti e perversi dei governanti occulti, abbiamo perseverato nel percorrere la via sbagliata fino ad oggi, entrando così in un vicolo cieco di autodistruzione, che può portare soltanto all’estinzione della nostra specie, per colpa di scelte sbagliate, come l’utilizzo dell’energia nucleare per scopi civili e militari. La tecnica del lato oscuro ha sempre avuto come risultato finale di spingere le genti all’idolatria, al peccato, alla bestemmia, all’omicidio, ai vizi, alle deviazioni e alle depravazioni, all’apostasia e alla ribellione contro Dio e, di conseguenza, contro noi stessi che siamo un suo riflesso e contro la natura.
Gli strumenti che adopera il lato oscuro sono diversi, ma la musica è sempre la stessa. Gesù definì Satana come il “principe” (letteralmente “colui che governa”) di questo mondo (Giovanni 14: 30). Giovanni disse che tutto il mondo giace sotto il potere del maligno (1Giovanni 5: 19), e Giacomo dichiarò che l’amicizia del mondo è inimicizia verso Dio (Giacomo 4: 4). Di conseguenza, il controllo di Satana sul sistema è stato un dominio invisibile e di carattere spirituale che ha condizionato il modo di pensare e le varie filosofie del sistema giudaico, cristiano e successivamente musulmano fin dalla sua prima comparsa come ribelle nel Vecchio Testamento grazie al profeta Isaia, anche se nel Vecchio Testamento, in tutta onestà, egli è a volte nulla di più che un semplice funzionario di Dio, quindi un male in parte necessario.
Le Scritture, soprattutto quelle dal sapore apocalittico, rivelano che in un futuro prossimo Satana trasformerà questo dominio invisibile e spirituale in un vero e proprio Regno visibile e permanente su tutto il mondo, e questo è quello che in realtà sta accadendo con l’instaurazione del Nuovo Ordine Mondiale e con la sua globalizazione, che non è solo quella dei fast food, ma anche quella dell’espansione del male di matrice giudaico-cristiana, anche in quelle culture di cui non era assolutamente parte, come abbiamo appena visto nel caso dell’Estremo Oriente.
Karma della razza o manipolazione ebraica della fine dei tempi?

Uomini siate, e non pecore matte, Sì che ‘l giudeo tra voi di voi non rida.
(Divina Commedia, Paradiso, c. V; vv. 80, 81) http://www.macrolibrarsi.it/.../anteprima-le-confessioni...

In pratica questi anni della Tribolazione inizierebbero all'incirca intorno al 2012 per poi finire nel 2019. http://image.slidesharecdn.com/.../video-15-2012-2016...




Il Tempio di Gerusalemme, dopo duemila anni di riposo nel mondo della mitologia, diventa il fulcro simbolico del dramma palestinese, grazie a un dinamico movimento di cabalisti ebrei che ne propone la ricostruzione, per reintrodurre i sacrifici prescritti dall’Antico Testamento e accelerare l’avvento del Messia. Ma anche il vasto movimento fondamentalista protestante degli Stati Uniti – circa il 40% della popolazione dell’unica potenza rimasta sul pianeta - sogna nella ricostruzione del Tempio l’evento che innescherà le guerre apocalittiche, l’avvento dell’Anticristo e l’imposizione sulla terra del "Regno". Questo articolo anticipa una parte degli argomenti che saranno trattati nel libro che spero - God willing - di pubblicare tra breve sull'argomento.

Miguel Martínez

"Ad Armageddon ci saranno circa quattrocento milioni di uomini che faranno corona all’olocausto finale dell’umanità! Proprio per questo non dobbiamo mai dimenticare com’è bello essere cristiani! Noi abbiamo un futuro meraviglioso davanti a noi".

Così predicava – e prediceva - una quindicina di anni fa Jerry Falwell, il padre della New Right che portò Reagan al potere e oggi multimiliardario imprenditore politico-religioso.

Scrivo all’inizio di marzo del 2002, a sei mesi dall’esordio della Guerra Infinita del Bene contro il Male; e il gioioso augurio di Falwell sembra incarnarsi negli eventi che avvengono in tre città sante – la Mecca, Ayodhya e Gerusalemme.

Alla Mecca, i pellegrini, abbigliati nell’antico ihram che come la veste di Gesù non conosce cuciture, appena scendono dall’aereo vengono schedati con un apparecchio che registra l'immagine dell'iride e le impronte digitali di ogni musulmano che compie il suo dovere religioso.(1) Un lavoro di schedatura planetaria iniziato quando, dopo giorni e giorni di bombardamenti, i tecnici dell’esercito americano sono entrati nelle grotte di Tora Bora in Afghanistan per tagliare via un dito a ogni morto, in modo da controllarne il DNA.

In India i capi del potente movimento fondamentalista indù si stanno preparando per le ore 14:51 del 15 marzo, come stabilito dagli astrologi, quando le schiere degli "amanti di Rama" guidati da ingegneri laureati in Occidente e attrezzati con cinque gru, un bulldozer e duecentocinquanta carretti trainati a mano inizieranno a costruire un tempio al dio Rama sulle rovine della moschea musulmana di Ayodhya, smantellata dagli estremisti nel 1992. I due capipopolo che allora guidarono la sommossa – che portò a tremila morti – sono oggi rispettivamente ministro dell'interno e ministro dell'istruzione dell’India.

La Mecca e Ayodhya sono luoghi per noi poco familiari. Il centro del nostro mondo è casomai la Terra Santa. Il centro della Terra Santa, a sua volta, è Gerusalemme; e il centro di Gerusalemme è un luogo che viene chiamato il "Monte del Tempio", perché duemila anni fa, era la sede del santuario in cui gli abitanti della Giudea conducevano un complesso ciclo di sacrifici animali e vegetali. Non si sa esattamente dove fosse il Tempio; anzi, in quella zona sorge oggi la Cupola della Roccia, un monumento che appartiene a una cultura del tutto diversa. Proprio sotto la Cupola, si trova il cuore del cuore del mondo: un recinto attorno a una misteriosa pietra grezza.

Qualunque libretto introduttivo alla Bibbia racconta in modo arido, ma sostanzialmente corretto, la storia del Tempio. Il Primo Tempio fu costruito verso il 960 avanti Cristo, si dice da Salomone; fu poi profanato dai babilonesi verso il 586.

Il Secondo Tempio fu riedificato verso il 515 e distrutto dai romani nel 70 dopo Cristo. Esso scompare quindi dalla storia più o meno quando compare il Colosseo.

La storia successiva non è la storia del Tempio, ma solo la storia della zona dove il Tempio era esistito precedentemente. Nel 637, Gerusalemme venne conquistata dai musulmani. Nel 691 fu inaugurata la Cupola della Roccia e poco dopo una seconda moschea, quella di al-Aqsà. Entrambe si trovano in un’ampia zona recintata ed elevata, la Spianata delle Moschee o il Monte del Tempio, amministrata da un ente islamico autonomo, legato all’autorità nazionale palestinese.

Queste scarne informazioni non ci dicono né cosa fosse il Tempio anticamente, né perché oggi il suo fantasma costituisca il simbolo del conflitto cruciale dei nostri tempi.

I teologi tendono a guardare il Tempio retrospettivamente, attraverso gli occhi, se non di Gesù, almeno del giudaismo posteriore. Mentre basta liberarsi delle aggiunte successive per cogliere alcune cose sorprendenti. Sorvolando sui tanti punti controversi, si può ad esempio dire che il Tempio era un luogo di culto non solo a YHWH, ma per lungo tempo anche alla sposa del dio d’Israele. Era simile in tutto ai tanti templi dei popoli circostanti scoperti dagli archeologi. Gli ebrei poi avevano almeno un paio di altri templi. Il culto univa il popolo in un banchetto condiviso con il dio e i sacerdoti erano in sostanza i macellai che garantivano questa commensalità.

Questa era la religione degli abitanti d’Israele e di Giuda, o almeno quella ufficiale dei re. Certamente non aveva molto a che fare con Noè, Abramo o Mosè, non esaltava stirpi elette e non puniva nessuno: i racconti che ci sono così familiari nascono molto dopo. Con la distruzione del Tempio, finisce la religione tradizionale; e dai racconti nascono due religioni gemelle, il cristianesimo e il giudaismo.

Trombe, sacrifici e soldati

Il 28 settembre del 2000, in un periodo di relativa calma, Ariel Sharon è salito sulla Spianata. Sharon aveva vissuto abbastanza a lungo per sapere che dal 1928 tutti gli scontri più sanguinari del conflitto israelo-palestinese – eccette le vere e proprie guerre - erano sorti attorno al controllo di questo luogo simbolo. Questa volta la provocazione era assicurata: l’uomo che aveva devastato il Libano, che aveva coperto le stragi di Sabra e Shatilla, si recava sul terzo luogo santo dell’Islam accompagnato da un’enorme schiera di soldati. Infatti scoppiò subito dopo la viscerale, tragica reazione dei palestinesi, che permetterà, in una forma più o meno estrema, la soluzione finale del problema posto dall’esistenza dei nativi della Terra Santa.

Il gesto politico di Sharon si innesta su un diverso fenomeno: l’esistenza di un piccolo movimento ebraico che mira alla costruzione di un Terzo Tempio sulla Spianata. Le leggi giudaiche presuppongono in teoria un Tempio funzionante; ma per la maggior parte degli ebrei religiosi, la sua realizzazione è demandata al Messia. Il movimento che opera per la costruzione del Tempio è quindi una forma del tutto moderna di estremismo politico-religioso. A ogni principale festività ebraica, i Fedeli del Monte del Tempio compiono una marcia verso la Spianata, accompagnati da un camion che porta la pietra angolare del futuro edificio; e da cinque anni un gruppo di coloni a ogni Pasqua sacrifica un agnello nei pressi del Tempio. Due ex-hippy americani, intanto, hanno preparato le prime trombe che i 38.000 leviti del Tempio dovranno suonare a turno. Con tavolini piazzati per strada, il Centro per i Kohanim cerca di convincere i cittadini israeliani che ritengono di avere sangue sacerdotale a donare campioni di materiale genetico ricavato dalle guance, per determinare se abbiano o meno l'aplotipo YAP DYS19B del tipo previsto.

Di cruciale importanza è il paradosso della Giovenca Rossa. I morti ebrei emanano ciò che i greci avrebbero chiamato un miasma, che rende impuri non solo chi li tocca, ma persino chi passa nelle loro vicinanze; e l’impurità si estende come un contagio, da vivo a vivo, fino a contaminare l’intera comunità. L’unico rimedio per questa impurità della comunità era costituita, all’epoca del Tempio, dalle ceneri di una giovenca rossa, sacrificata e bruciata, e poi impastate con acqua. Con la distruzione del Tempio, tutti gli ebrei diventano impuri secondo la loro stessa legge. Essi non devono contaminare il sito del Tempio; e quindi non potrebbero nemmeno ricostruirlo. Occorre perciò trovare una vacca completamente rossa, senza un solo pelo bianco. Ma chi la potrà uccidere, se nessuno è abbastanza puro da compiere il sacrificio? I tentativi in corso per risolvere questo dilemma fondamentale si svolgono in maniera romanzesca tra ingegneria genetica, truffatori, archeologi improvvisati e il bizzarro intervento di un allevatore pentecostale statunitense.




Nella primavera del 2002, questa ignara giovenca è stata dichiarata idonea per svolgere il ruolo della Vacca Rossa



Il movimento ricostruzionista è vissuto come un elemento pittoresco della variegata società israeliana, fino al fatidico anno 5761. Secondo la legge ebraica, la massa d'acqua necessaria per un bagno purificatore è pari a quella spostata da 5.760 uova. Fu quindi, sostengono alcuni cabalisti, nell'anno 5.761 del calendario ebraico - iniziato un paio di giorni dopo la visita di Sharon alla Spianata - che doveva cominciare la purificazione della Terra dai gentili.

E in effetti poco dopo, mezzo milione di israeliani, laici compresi, giurarono di mantenere il dominio su tutta Gerusalemme in una spettacolare manifestazione. E quando i Fedeli del Tempio marciarono sulla Spianata il 13 febbraio 2002, per festeggiare il primo spicchio della luna di Adar, in testa alla manifestazione c’era addirittura il sindaco di Gerusalemme, Ehud Olmert, assieme a diversi membri del parlamento israeliano. Ciò non deve sorprendere. Infatti, i fondamentalismi non sono un ritorno al Medioevo, come sostiene spesso un secolarismo superficiale. Ce lo dimostra il fenomeno quasi inedito in Italia dei "cristianisti", delle persone che pretendono di usare il crocifisso come una clava e che sostengono, certo non esplicitamente, che Lepanto sia un luogo più importante del Golgota.

La situazione oggi resta sospesa, ma forse non per molto. In passato, le persone di ogni fede e nazionalità potevano recarsi liberamente sulla Spianata, certamente il luogo più bello di Gerusalemme, a condizione che non pregassero. Da quando Sharon ha compiuto la sua incursione, l’accesso a vietato ai non musulmani; ma anche alla maggioranza dei musulmani, visto che possono entrare solo quelli residenti a Gerusalemme, e devono aver compiuto i quarant’anni. Sharon ha promesso di aprire la Spianata a breve non solo alle visite ma anche alle preghiere degli ebrei, senza ovviamente allentare il divieto per i musulmani: un gesto che cambierà per sempre lo status della zona.

I cristiano-sionisti

Sharon può contare sul sostegno di un alleato impensabile. Pochi italiani sanno che circa cinquanta milioni di cittadini degli Stati Uniti - gli evangelici cosiddetti dispensazionalisti - credono che gli ebrei devono ritornare in Terra Santa. Essi sostengono che guerre, carestie e malattie decimeranno l'umanità; l'Anticristo diventerà dittatore dell'Europa e permetterà la costruzione del Terzo Tempio per farvisi adorare. Arabi, russi, comunisti, neonazisti e seguaci della New Age attaccheranno a centinaia di milioni l'attuale Stato d'Israele; ma tutti costoro saranno sterminati dalle schiere di Gesù ad Armageddon, nel nord della Palestina. Sorgerà allora il Regno la cui sede sarà forse il Quarto e ultimo Tempio. Il cuore del racconto è quindi l'attuale Stato di Israele, che deve in parte la propria esistenza all'aiuto di questi autodefiniti cristianosionisti (Christian Zionists).

Una parte sproporzionata di questa fantasia è concentrata sulla speranza che gli ebrei ricostruiscano il Tempio e riprendano a sacrificarvi animali. Scrive Hal Lindsey, cristianosionista e uno degli autori più venduti di tutti i tempi:

"Con la nazione ebraica rinata in Palestina, l'antica Gerusalemme è di nuovo sotto totale controllo ebraico per la prima volta in 2600 anni e si parla della ricostruzione del Tempio, il segno più importante del prossimo ritorno di Cristo. È come se si fosse trovato il pezzo chiave di un puzzle. Per tutti coloro che confidano in Gesù Cristo, si tratta di un momento elettrizzante."

Questa fantasia esalta numerosi avventurieri e visionari, da un giovane operatore cimiteriale australiano che molti anni fa diede fuoco alla moschea di al-Aqsà per accelerare l’avvento del Messia, a un infermiere statunitense che si vanta di aver scoperto non solo l'Arca di Noè ma anche la tomba di Gesù e il sito della crocifissione e direttamente sotto, una grotta contenente l'Arca.

La presenza di simili figure marginali fa però dimenticare che stiamo parlando di un movimento di massa nell’unica potenza rimasta sulla terra.

Le dimensioni di questo movimento sono enormi. Un sondaggio di Newsweek, condotto nel 1999, rivela che il 40% degli americani crede che "il mondo finirà come predetto dalla Bibbia, in una battaglia ad Armageddon tra Gesù e l’Anticristo"; mentre la stessa percentuale chiede che si vieti l’insegnamento dell’evoluzione a scuola. Ma il culto della Bibbia, il mito dell’elezione americana e il sogno del Regno influenzano certamente anche quel 79% di americani che ritiene che " i miracoli descritti nella Bibbia sono veramente accaduti". Forse è giusto parlare, come fa Harold Bloom, di un’unica Religione Americana che pervade tutta la società.



La Religione Americana è pragmatica. Centinaia di organizzazioni propongono forme concrete di sostegno a Israele. Alcune mandano volontari cristiani per lavorare gratuitamente nelle retrovie, liberando soldati israeliani per meglio vessare i Territori Occupati. Ci sono congregazioni in tutto il paese che "adottano" colonie, inviando aiuti. Esiste una vera e propria lobby politica cristianosionista, fondata dall’ex-direttore delle vendite della Colgate-Palmolive, che minaccia di sottrarre il voto dei cristiani fondamentalisti a quei congressisti che si dimostrano poco sensibili agli interessi dello Stato d’Israele. Imitando la prassi dell’epoca di McCarthy, decine di comitati seguono i media per denunciare ogni possibile tentazione di obiettività. Potenti stazioni radio e TV trasmettono il messaggio cristianosionista a tutti i paesi del mondo. Un gran numero di movimenti raccoglie fondi per prenotare voli charter che portino ebrei dalla Russia in Israele: le profezie infatti richiedono che tutti gli ebrei si radunino in Terra Santa per la battaglia finale. Ma forse l’aspetto fondamentale del cristianosionismo è il turismo in Terra Santa, che finanzia sia i predicatori americani – liberi imprenditori che non possono contare su alcun otto-per-mille – sia lo Stato d’Israele; e permette di indottrinare milioni di semplici credenti.

Il fondamentalismo ebraico

Per secoli, la Terra Santa e il Tempio sono esistiti come entità mistiche per gli ebrei, come mistica era l’attesa del Messia. Per secoli, gli ebrei di tutto il mondo si sono recati in Terra Santa senza alcuna intenzione aggressiva. Ci è voluto un giornalista austriaco indifferente alla religione, Theodor Herzl, per pensare di trasformare questo antico mito nel fatto politico del sionismo.

Negli anni Venti e Trenta, i rabbini Kook, padre e figlio, hanno reinterpretato in maniera politica alcune antiche riflessioni cabalistiche, sostenendo che l’inizio della redenzione fosse costituito dalla conquista israeliana della Terra. Gli ebrei ortodossi hanno bruciato in effigie Kook padre, per aver profanato in questo modo gli insegnamenti giudaici. Kook figlio, ormai anziano, fu scoperto nel 1967 da alcuni giovani militari di destra, ansiosi di giustificare la loro ideologia nazionalista – all’epoca viveva in ristrettezza, circondato da pochissimi discepoli.

Il fondamentalismo ebraico – in questo senso politico, che ha ben poco a che vedere con l’ortodossia – è stato fortemente influenzato dalla mentalità americana. Nel febbraio del 2002, sul sito di destra www.usajewish.com, Yori Yanover raccontava di aver telefonato a un amico in Israele, subito dopo un attentato palestinese nella colonia di Karnei Shomoron:

"Alla fine della nostra conversazione, dissi a Ploni che l’unica maniera corretta di rispondere a questo omicidio era questa – tutti gli uomini dovevano prendere le loro auto e i loro fucili e pistole e dare fuoco al villaggio arabo lì accanto. Poi dovevano uccidere chiunque scappava dalle case in fiamme. Nel 1954, un guerriero di nome Meir Har Zion perse la sorella a un gruppo di stupratori beduini nei pressi di Gerico. Har Zion, che assieme ad Ariel Sharon aveva fondato la mitica Unità 101, andò al villaggio beduino da cui provenivano gli assassini e uccise ogni uomo, donna e bambino che vi abitava. Ne seguì un lungo periodo di pace e di collaborazione tra i beduini e Israele.

[] Se vogliamo sperare nella pace con gli arabi di Eretz Israel, dobbiamo vendicarci subito e versare molto sangue. Altrimenti li dovremo trasferire tutti."


Più vicino a noi, vale la pena di riportare un istruttivo messaggio sul newsgroup it.cultura.religioni di "Bart Simpson", un brillante postatore con cui mi sono trovato spesso d’accordo.

Cittadino italiano, pronto a violare un cardine della religione dei suoi avi ebrei sposandosi con una ragazza di provenienza latinoamericana, sta per trasferirsi negli Stati Uniti, dove avrà quindi una seconda casa e una seconda patria. Ma guai a chi gli tocca la terza casa, quella in Israele: per difenderla è disposta a distruggere il mondo intero con un Armageddon nucleare.(2)

Egli scrive infatti:

In israele il suicidio/martirio e' inaccettabile, non pero' il "muoia sansone con tutti i filistei". E questa volta per fortuna abbiamo duecento testate atomiche pronte. Pensate quello che volete, ma se ci sara' la distruzione di Israele questa volta il mondo finisce davvero, indipendentemente dalle cazzate religiose, visto che il sottoscritto e' ateo. Bart

Ovviamente sui newsgroup vige la libertà di esagerare. Comunque è interessante notare come Bart voglia credere che i sassi, i vecchi fucili e qualche kamikaze possano minacciare seriamente il secondo esercito più potente del mondo. E come non gli sfiori l’idea che ci sono invece persone che di case ne hanno una sola; o ne avevano, prima che venisse distrutta per far posto alla sua terza casa.

Soprattutto, però, vediamo come il mito apocalittico possa trarre forza, non da una fede religiosa sentita, ma da ben altri sentimenti.

Il mondo intero è Palestina

La grande Guerra del Bene contro il Male viene condotta per imporre un dominio unico pianeta e la visione neo-Conservative che sposa il darwinismo sociale alla benedizione calvinista della ricchezza: il materialismo peggiore con il fideismo peggiore. Un’ideologia che viene riassunta perfettamente nel proclama degli Scarlet-to-Snow Ministries del Texas:

"Dappertutto vediamo le prove che il popolo palestinese è stato maledetto. Si trova senza lavoro e senza reddito. È profondamente disperato. Dentro il suo stesso campo, non riceve giustizia. È un popolo disperato, pronto a tutto pur di salvarsi la faccia. Non è colpa d’Israele, è colpa sua. Conoscete abbastanza bene la Bibbia per sapere che quando un popolo è oppresso, ciò è dovuto in genere al peccato."

Gerusalemme, "città degli specchi" – come l’ha chiamata in un bellissimo libro l’autore israeliano Amos Elon – è un simbolo eccezionale delle scelte storiche. E riflette implacabilmente la nostra vera natura, come dimostrano due citazioni contrapposte.

La prima proviene dalla International Christian Embassy in Jerusalem, un organismo al cui vertice troviamo il pastore pentecostale americano David Allen Lewis e Willem van der Hoeven, predicatore sudafricano e sostenitore storico dell’apartheid. Ecco come descrivono il mondo postapocalittico per cui lavorano assiduamente:

"Messia regnerà dal trono ristabilito di Davide a Gerusalemme. Risorto, Re Davide sarà co-reggente assieme a Cristo. Israele occuperà una posizione di gloria e dominio sulle nazioni del mondo. I Cristiani rinati si uniranno a Messia e ai dirigenti di Israele nell'amministrare il regno di Dio sulla terra. Siamo in marcia verso Sion!"

La visione opposta è quella descritta da Israel Shamir, giornalista e saggista di Haifa nato in Siberia:

Dobbiamo avere gli stessi diritti. Ebrei e non ebrei dovrebbero essere protetti dalla legge allo stesso modo, avere lo stesso diritto di voto e, ancora più importante, lo stesso diritto di bere acqua. Tutto questo sembra molto estremista. Ma gli eventi in Palestina assumono un significato così importante perché c'è un legame magico tra la Terra Santa e il mondo. Se rendiamo questo un mondo di eguaglianza, l'eguaglianza si realizzerà in tutto il mondo(3)."

NOTE

(1)"Alla Mecca fra misure di sicurezza: in banca dati impronte digitali e l'immagine dell'iride" La Libertà, Piacenza, 26.02.02.

(2)Soggetto:Re: Ma gli evangelici sono anti palestinesi?, it.cultura.religioni, data:2001-12-06 04:13:29 PST

(3)Israel Shamir, "Sharon non piange, ringhia", Il Manifesto, 29.09.01.

 http://www.kelebekler.com/occ/tempio.htm


INTERVISTA REDICE CREATIONS RADIO A LEO ZAGAMI

LZ- Pitagora aveva analizzato i cicli delle ere, giungendo alla conclusione che la data del 21 Dicembre del 2012 avrebbe rappresentato il momento perfetto per condurre il Rito Perfetto in Basso. Quindi in quei tre giorni specifici, 21 Dicembre, 22 Dicembre e 23 Dicembre del 2012, numerosi gruppi degli Illuminati stanno tentando di organizzare quello che dovra’ rappresentare il Rito Perfetto. Per salutare quello che loro ritengono il loro messia, che, in definitiva, come noi tutti sappiamo, sara’ l’Anticristo. Per fare questo, loro basano i loro calcoli, come ho appena detto, su conoscenze antecedenti a quelle degli Ebrei, su quelle dell’antica Grecia, anche perche’ noi sappiamo che la Scuola di Alessandria in Egitto e’ stata assolutamente fondamentale per gli insegnamenti di Pitagora.

HP- Si’, certo.

LZ- Quindi, tutto questo risale ad un tempo assai antecedente allo stesso Tempio di Salomone, e potremmo anche affermare che in realta’ abbia avuto origine ai tempi di Atlantide, ci siamo? Nel periodo Lemuriano, ha a che vedere con questioni di cui e’ possibile tracciare indietro le origini fino ai primordi dell’umanita’. Quando noi siamo stati in grado di creare la societa’, ci siamo riusciti perche’ lo spirito stesso di Dio si e’ manifestato sulla Terra facendo in modo che l’umanita’ stessa fosse effettivamente composta da “uomini”, che questi ultimi divenissero esseri viventi in grado di dimostrarsi effettivamente un riflesso di Dio. Si tratta gia’ di un elemento che e’ sufficientemente incredibile in se’, e noi tutti dovremmo renderci conto di questo, perche’, come ho anche detto nei messaggi che vi ho inviato, in cui ho anche parlato del professor Hilton Houtman, il quale ha spiegato, nel suo libro “The Mysterious Sphynx”, come l’uomo porti in se’ tutti i poteri, i pianeti e le manifestazioni dell’intero Universo, rappresenta il microcosmo in grado di esprimere il macrocosmo.

HP- Certo, certo, esattamente.

LZ- Per cui gli elementi chimici di tutti i “corpi”, dalle stelle in Alto, sino al nostro corpo in Basso, sono gli stessi, questi ultimi non mutano mai, mai perdono la loro identita’, partecipano alla composizione di tutte le cose, e sono comunque governati dalle medesime leggi cosmiche, e queste stesse leggi cosmiche, giorno dopo giorno, fanno si’ che un Dio compassionevole possa far sorgere per noi il Sole. Quindi dovremmo salutare il Sole in maniera differente quando ci svegliamo al mattino, dovremmo ringraziare Dio per il fatto di permettere al Sole di riapparire nuovamente, dovremmo ringraziare Dio per permettere alla Luna di apparire nuovamente, perche’ tutti questi elementi che noi diamo per scontati ai nostri giorni, non erano assolutamente scontati migliaia di anni fa, e non sono affatto scontati oggi, perche’ nel momento in cui noi smetteremo di praticare e non crederemo piu’, e inoltre la Legge non potra’ essere apertamente proclamata in quegli anni che gli ebrei chiamano “gli anni sabbatici”, a quel punto, tutto questo diventera’ un enorme problema, anche perche’ noi abbiamo la possibilita’ di proclamare la Legge solo in certi anni, periodi nei quali l’umanita’ dovrebbe ascoltare la parola di Dio. Ogni 2160 anni c’e’ un maestro che e’ necessario ascoltare, questo e’, tirando le somme, quello che si verifica. Sfortunatamente, gli Illuminati intendono creare il “loro” maestro poiche’ hanno una loro specifica agenda, loro desiderano che gli “slave gods” continuino a dominare il mondo. Questo e’ un elemento che corrisponde appieno alle profezie riportate su tutti i testi (sacri), e’ ormai chiaro. I musulmani stanno attendendo la fine dei tempi, gli ebrei lo stanno facendo, cosi’ come i cristiani, dov’e’ la differenza? Non c’e’ differenza.

HP- Esattamente, esattamente.

LZ- Ed addirittura in India, abbiamo il Kali Yuga, siamo nell’ultima fase del Kali Yuga. Se ne parla ovunque, gli stessi cinesi lo fanno. Personalmente, vorrei davvero che considerassimo questa data, come il momento in cui, come ho anche indicato nel mio messaggio a te, quell’energia definita come il 666, si invertira’ divenendo 999. Avverra’, come risultato di questa inversione, si verifichera’ un improvviso rallentamento di tutte le cose, all’improvviso.

HP- Certo.

LZ- Noi stiamo avvicinandoci velocemente a quella data, ci siamo? E fino a quella data, il tempo continuera’ a scorrere sempre piu’ velocemente.

HP- Sempre piu’ velocemente, certo.

LZ- Ci siamo? Ma nel momento in cui entreremo in questa sorta di “buco nero”, in un certo senso, se vogliamo, ma ovviamente questo lo dico in senso metaforico, nel momento in cui entreremo in quella fase, in congiunzione con Sirio, bene, il tempo rallentera’ notevolmente, perche’ vedremo accadere cose, di fronte ai nostri occhi, che sono talmente inattese per noi, cosi’ enormi, che noi finiremo col pregare affinche’ il giorno abbia fine, e non sapremo davvero quante ore ci resteranno da vivere, in effetti, e il giorno non sara’ piu’ il giorno.

HP- Hai studiato il calendario Maya?

LZ- Certo, e so che il calendario Maya parla anche della fine della nostra civilta’, in quell’anno, che coincidera’, naturalmente, con la fine della civilta’ occidentale. Mentre non coincidera’ con la fine della civilta’ musulmana, anche perche’, in quella fase, i cristiani scopriranno (incontreranno) il vero Gesu’, e il vero Gesu’ e’ un uomo, e quindi, quando scopriranno che non e’ in effetti Dio, bene, quello e’ in realta’ l’elemento su cui l’Anticristo sta lavorando con le sue armate, con le sue legioni di satanisti nel mondo, anche perche’ loro desidererebbero avere un Gesu’ in una forma assimilabile ad una star di Hollywood, che magari viene fuori dalle nuvole, ci siamo?

HP- Oh si’, certamente.

LZ- Che compie ogni genere di miracoli. I miracoli sono realizzati dai jinn, ed in effetti un uomo come Gesu’ era in grado di fare miracoli, cosi’ come tutti i profeti sono stati in grado di fare miracoli, ma era forse quella la ragione per cui erano venuti? C’e’ anche qualcos’altro da dire, i miracoli venivano operati per dimostrare all’umanita’ che vi fosse qualcosa di altro, e ricordiamoci che, quando il Corano e’ stato successivamente rivelato all’umanita’, cio’ che avvenne ha rappresentato in effetti la parola definitiva di Dio, per cui non vi era piu’ alcuna necessita’ legata alla manifestazione di miracoli, c’era semplicemente l’adorazione di Dio, dell’Unico Dio. Il problema che abbiamo e’ che Roma, gia’ nel VII secolo dopo Cristo, quando Maometto si presento’ sulla scena – che pace e benedizioni siano su di lui – egli gia’ si era reso conto della corruzione presente nell’antica Roma. Ed egli invio’ il suo messaggio anche li’, in vista di un pentimento e di un ritorno alla fede in Dio e in Gesu’, nel vero Gesu’, non in quello che hanno creato nel 325 al Concilio di Nicea, quella e’ una contraffazione.

http://connessionecosciente.wordpress.com/2011/12/08/il-satanismo-e-il-vaticano/



Prenderne atto serve proprio a generare il cambiamento.Sicuramente la consapevolezza di certe cose non e' facile da digerire,e purtroppo il sistema e' questo oggi,ma dobbiamo fare comunque il possibile per reagire e creare qualcosa di buono,soprattuto se si e' consapevoli di questo e molti altri degli argomenti celati da sempre o mal interpretati.Gli eventi sono guidati da infinita' di forze e non siamo solo noi che possiamo cambiarli,ma un certo numero di individui.Il periodo in cui siamo ora che riguarda il Kali Yuga e l'Apocalisse descritti nelle scritture rappresentano perfettamente il mondo in cui viviamo oggi.Questo periodo precede una "rinascita".E siccome tutto e' graduale da una parte abbiamo il Chaos,mentre dall'altra vediamo emergere progressivamente una nuova apertura alla consapevolezza.Qundi i nostri figli hanno davanti superata l'Apocalisse L'eta Dell' Oro (detta un po' in breve insomma)
FDM. 


 ARHIMAN 2013: IL PROGETTO SINARCHICO DIVINO GLOBALSOCIALISTA DELLA TRIADE
Pubblicato da BOJS - LION OF YAHUDA




Sottopongo un documento relativo al progetto Eurasia del 12 febbraio 2010 redatto da un certo "Predittore Interno dell'URSS". Questo documento non è stato da me tradotto (abbiate pazienza se la traduzione non sembra coerente ma ponderatene il contenuto rispetto agli eventi mondiali) e tale e quale come è stato redatto da questo sconosciuto traduttore lo sottopongo a quelle poche menti aperte che vi troveranno molti degli scenari già accaduti, che stanno accadendo e che accadranno a breve nei prossimi tempi.


Credo fermamente che questo testo appartenga alla corrente ideologica di pensiero dell'Anticristo che è già all'opera per portare Pace e sicurezza nel mondo sotto la bandiera di un nuovo ordine mondiale DIVINO "Sinarchico Globalsocialista" (regno di dio - sì ma quale dio?) e fondato sull'approvazione degli stessi popoli dopo che avranno rinunciato ai governi attuali per la loro corruzione e inaffidabilità a risolvere i problemi umani.


Un ordine mondiale divino in cui le tre religioni più grandi saranno unite in UNA SOLA RELIGIONE che rispecchi la TRIADE DEIFICATA (TRINITA') delle tre rivelazioni che la rappresenta con il simbolo del triangolo con l'occhio che tutto vede al centro.


IL REGNO DEL DIO LUCIFERINO







La strategia di lunga durata del superamento dell'islam coranico
dei padroni del progetto Sinarchico globalista.

l’islam coranico è uno dei più grandi problemi di carattere cultologico, per i padroni del progetto “Orwell” Sinarchico globalsocialista.

Le ragioni della gravità del problema è che la dottrina della politica globale, sulla base della quale si costruisce la politica occidentale deriva da due disposizioni politiche secolari:


La tesi che riguarda la superiorità della Sinarchia internazionale (la razza di vipere condannata dallo stesso Messia) rispetto agli altri esseri umani e che tutti questi sono obbligati ad essere rispettosamente sottomessi ad essi;
L’acquisizione del mondo con tutti i suoi abitanti e le loro proprietà sulla base del monopolio transnazionale corporativo-mafioso basato sul debito e sull'usura.


Anche se queste due disposizioni non vengono palesamente e direttamente dichiarate, sono comunque applicate in modo rigoroso per impostazione predefenita.


Il Corano nega la dottrina della superiorità della razza politico-religiosa ebrea rispetto ad altri popoli, e ha pure un divieto categorico sull'usura, che viene dal Corano caratterizzato come una forma di satanismo. Anche se queste disposizioni non trovano la loro espressione nella pratica politica dei paesi musulmani che viene basata su di un concetto alternativo a quello di schiavitù, e i musulmani stessi non se ne accorgono. Comunque i padroni del mondo si rendono conto che il Corano è una potenziale minaccia per la creazione del loro “retto regime” di potere globale.


Uno degli scenari, per la risoluzione del "problema dell'Islam" per le diaboliche menti globalsocialiste è l'avvio di alcune iniziative:


Creazione di un "Califfato", nel quale devono rientrare, se non tutti, almeno la maggior parte delle persone, per le quali l'Islam nella sua forma storica è la religione tradizionale.
Il "Califfato" darà inizio ad una guerra ideologica mondiale (già iniziata da anni) con lo scopo di SRADICARE il liberalismo senza Dio occidentale, le religioni pagane degli "infedeli", e piantando i rituali dell'Islam in qualita di "Religione" globale dell'umanità.

Secondo il corso e l'esito della Guerra le possibili diverse opzioni saranno:
3.1. Se vinceranno gli stati di "civilizzazione" d'Occidente, il Corano sara destinato a fare la stessa fine del "Mein Kampf" e i Paesi del'Islam tradizionale subiranno la “Deislamizzazione”, proprio come è sucesso con entrambi gli Stati tedeschi dopo la seconda guerra mondiale nel XX secolo quando è stata effettuata la "denazificazione".
3.2. Se vincerà invece il "Califfato", allora I rituali dell'Islam diventeranno una norma di condotta obbligatoria per tutti gli abitanti del nuovo "califfato globale". La folla dei popoli senza accurata conoscenza della lingua araba, e non potendo leggere direttamente il Corano, vivrà sotto la direzione di mullah come accade oggi in molti paesi cosiddeti islamici. E' questa la speranza per il “Califfato” di operare un tale metodo di governo in tutti i paesi musulmani attraverso i “Mullah”. Anche nei paesi nei quali domina la lingua araba - la maggioranza della popolazione che si dichiara "musulmana" in realtà adora/venera solo il tappeto di preghiera, non facendo nessun confronto tra la loro vita e ciò che è scritto nel Corano, il loro modo di vita e gli ideali (i sogni) sono molto lontani dal testamento Coranico sulla costruzione del regno di Dio sulla Terra, che deve eliminare la tirannia di alcune persone rispetto ad altri.
I Mullah – una corporazione professionale di ideologi (esattamente come i farisei), che interpreteranno la vita facendo riferimento al Corano, con particolare attenzione agli interessi dei loro padroni dietro le quinte: piu o meno come fecero i talebani in Afghanistan e come sta facendo il clero musulmano in tutti i paesi.

Nella fase successiva, quando tutto il potere dei mullah sarà odiato, in conseguenza della sua “ossessione” sui riti e dell'incapacità di identificare e risolvere problemi reali nella vita delle società creare la rivolta mondiale anti-islamica con la liberazione dal potere dei mullah e, come nella sezione 3.1 - "deislamizzazione”, la rimozione del Corano dall'accesso publico nelle librerie specializzate, fare in modo che il corano potrà essere citato e studiato solo dagli storici molto affidabili, mostrando ai lettori tutto il male dal quale e’ stata salvata.

Il fatto che il Corano e l'Islam nella seconda metà del XX secolo sono già diventati i bersagli principali di deliberata calunnia e diffamazione sono la prove che il 'filisteo' in Occidente non sospetta: ha delle cose "più importanti" da fare, invece che prendere il Corano, e leggerlo atentamente come un messaggio indirizzato a lui personalmente, e di paragonare le cose scritte nel Corano alla vita reale, per vedere la calunnia e apostata menzogna dei "musulmani" rispetto al testamento scritto nel Corano.









Ora viene deliberatamente effetuata la prima fase delle iniziative multiple.

Nel corso della prima fase:

Quei regimi del mondo islamico, che rimangono fedeli al tradizionalismo islamico e non mostrano aggressività nei confronti dei vicini che professano una fede diversa vengono esposti alla pressione da parte dell'opposizione di aggressivi pseudoislamici fondamentalisti e radicali (vedete il casus-belli della Siria);

Al di fuori dell'area di distribuzione della cultura musulmana deliberatamente si sta creando dal 2001 l'immagine di un nemico dell'occidente, il ruolo, che viene assegnato agli stessi pseudoislamici fondementalisti-radicali, che agitano i regimi di musulmani tradizionalisti, e spesso mostrano aggressività verso quelli che professano una fede diversa.
Per risolvere questi problemi serve il terrorismo globale sotto la bandiera di Al Qaeda e la "lotta" dell'Occidente contro di esso, quale si svolge in un tale modo che nel mondo dell'Islam, la cosidetta "lotta" appare come l'aggressione dell'Occidente. Quest'ultimo crea nel mondo dell'Islam la comparsa dei fondamentalisti radicali pseudoislamici.

In questo scenario, sono coinvolti quasi tutti i paesi tradizionalmente musulmani.


Dall'Afghanistan, che ha bisogno del flusso di droga – quale si usa come mezzo per incitare l'odio verso l'Islam fuori dell'area della cultura musulmana. Pertanto, tutto il risentimento dei mass media occidentali e russi sul traffico di droga dall'Afghanistan, in assenza della politica di assistenza al'Afghanistan nella ricostruzione della sua economia per la produzione di diversi prodotti d'esportazione oltre alla droga - è solo un mezzo per fomentare l’umore anti-islamico nei paesi in cui l'abuso di droga è in crescita.


Dal Pakistan viene richiesto un instabile regime del tradizionalismo musulmano e la dispersione/fuga di tecnologia nucleare negli altri paesi musulmani.


Dall’Iran - la creazione di testate per missili nucleari.


Ciò significa che la politica occidentale verso il Pakistan e l'Iran cerca di garantire che il presunto "Califfato", in origine dovrà essere una potenza nucleare, e in tutto il resto del mondo dovrà apparire come una reale minaccia imminente per lo sviluppo della democrazia e della libertà delle nazioni del mondo intero.


Anche se il potenziale nucleare del "Califfato" non dovrebbe svilupparsi a tal punto da poter davvero causare gravi danni per l'Occidente, ma comunque deve essere sufficientemente sviluppato per dare una ragione alla guerra nucleare di coalizione dei paesi occidentali contro il "Califfato", ad esempio gli attacchi singoli con i missili nucleari di vari paesi dell'area NATO. Il "Califfato" deve essere necessariamente lo stato giudaico-odioso, in modo da poter essere considerato come il continuatore del Terzo Reich.


Dall’Arabia Saudita e gli altri regni petrolieri sulle rive del Golfo Persico sono necessari i finanziamenti dei "fratelli musulmani " che lavorano per l'istituzione del "Califfato Globale".



Dall'Iraq - la radicalizzazione del odio anti-occidentale da fare il modo che, dopo il ritiro delle truppe di NATO, "Babilonia" potrebbe diventare la capitale del Califfato, e lo scenario della guerra dell'Occidente contro il "Califfato" d'Oriente verrebbe posto come luogo dell'ultima battaglia del bene (l'Occidente) contro il male (la civiltà islamica) e come adempimento della biblica battaglia di Armagheddon.










Se riguardate la storia del decennio 70-80, l'URSS ha inviato le sue truppe in Afghanistan (1979—1989), in risposta alle primissime fasi di questo scenario. Fino ad ora la politica post-sovietica russa, i "Dipartimenti politici dell'educazione", i media e film di propaganda, operano nello stesso corso: quello della linea occidentale che mostra l'Islam come il supremo male mondiale. Ed è presente nella televisione russa, e nella scrittura della fratellanza giornalistica massonica. Per la popolazione musulmana tutto questo appare come una diffamazione, e non contribuisce all'unità della società multinazionale russa, in particolare dopo il collasso dei piani del regime di sviluppo socio-economico in Russia a causa della crisi finanziaria globale del 2008 e anni successivi.


In una delle opzioni sopra descritte delle “multiple iniziative”, la Russia è soggetta allo smembramento nel corso del processo di integrazione nel "Califfato", dei popoli che professano l'Islam. Se non riusciranno a fare questo, allora in un altro scenario la Russia sarà una delle prime vittime di aggressione da parte di "Califfato", e la piazza principale nella guerra dell'Occidente civilizzato contro il "barbarismo del califfato".


Il clero dell'Islam tradizionale, con il Corano e con i riti si è dissociato da Dio, dai problemi delle persone e della società, e vive con gli interessi dell'immediato e momentaneo egoismo personale, e a causa di questo non è impegnato dall'analisi politica su scala globale. Di conseguenza, non vede questo scenario, e non lo ritiene come l'integrità funzionale costruita appropriatamente; e anche se qualcuno vede questo scenario la soddisfazione delle esigenze del loro egoismo momentaneo è più importante del lavoro altruistico ora diretto sulla prevenzione delle calamità, il cui potenziale viene deliberatamente creato e sostenuto da altri per diversi decenni. Per questo motivo, l'Islam tradizionale non è in grado di sviluppare uno scenario della politica globale più efficace, in alternativa al lo scenario sopra descritto, per non essere coinvolto nello scenario anti-islamico.


Quelli che stanno alla guida delle altre fedi intrinsecamente sono gli stessi fedeli ai rituali come lo sono quelli alla guida dei Musulmani, e quindi tutto ciò che è scritto sopra a proposito dell'incapacità dei religiosi tradizionalisti musulmani di sviluppare e implementare uno scenario alternativo è rivolto anche a loro. Quelli convinti che essi essendo cristiani, lavorano sulla dottrina biblica di acquisizione dell'intero mondo sulla base del monopolio del debito e dell'usura, in quanto per 1600 anni dell'esistenza della "CRISTIANITA" dopo il Concilio di Nicea non hanno potuto sviluppare la loro dottrina politica globale, dovuto al fatto che essi non possono dichiarare come satanistici, i precetti e le dottrine da essi usati come basi legislative delle nazioni occidentali.


L'inabilità degli stati (sia musulmani che occidentali), coinvolti nella realizzazione dello scenario descritto, porta al fatto che quest'ultimo può essere interrotto solo dall'iniziativa di tutte quelle persone - gli individui singoli e le organizzazioni pubbliche (sia quelli che sono già giuridicamente registrati e sia quelli che non ritengono necessario di documentare la propria attività) ... [GUARDA QUI' IL VIDEO DELLA REALIZZAZIONE ATTUALE DI QUESTO PROGETTO].


Nel conflitto di civiltà, sulla realizzazione del quale viene diretto lo scenario delle iniziative multiple sopra descritto, non esiste una parte che avrebbe la ragione dalla sua.


Evitare il conflitto basato sull’approccio "tutti viviamo pacificamente basandosi sulle nostre credenze tradizionali senza interferire negli affari delle altre culture" - non è gradito per due motivi:


Le norme di organizzazione sociale e dell'etica insita alle culture tradizionali, non coincidono in tutto, e su alcune questioni di vita invece obiettivamente stanno in conflitto;
Nel mondo ci sono delle forze politiche transnazionali, che raggiungono i loro obiettivi creando i conflitti gestiti sulla base di attualizzazione artificiale di contraddizioni obiettivamente insite alle culture tradizionali.


Come una base ideologica potrebbe impedire lo svolgimento dello scenario delle multiple iniziative?


Può avvenire solo dal riconoscimento del fatto che l'essenza sociologica di tutte le Rivelazioni, che ha posto il via a tutte le cosiddette religioni "Abramitiche" è l'idea di costruzione del [Regno di Dio sulla Terra], con gli sforzi delle persone stesse, che si trovano sotto la guida di Dio.


In questo regno nessuno potra essere uno schiavo di un altro, nessuno opprimerrà e tiranneggiarà gli altri, e tutti vivranno nella libertà, padroneggiando il loro potenziale di sviluppo personale, basato su un dialogo con Dio attraverso la vita.


L'attuazione di questa idea:
o rinviata a tempo indeterminato in un futuro lontano - nel giudaismo
o viene respinta come l'eresia - nel cristianesimo
o non viene considerata rilevante – nel’Islam storico
o è obiettivamente impossibile sulla base di credenza ateistica - in marxismo
Tuttavia, l'idea della costruzione del Regno di Dio sulla Terra, con gli sforzi delle persone stesse, quali si trovano sotto guida di Dio è l'unica idea il cui impegno e la diffusione nelle società delle culture diverse può placare il potenziale dello scenario di multiple iniziative sopra descritto che porta a conflittualità globali, lo scopo del quale è lasciare il Corano nel passato storico del'umanità.


I problemi di Iran, Afghanistan, Iraq e tutti gli altri paesi e diaspore, aderenti al'Islam storico, possono essere risolti solo in un modo costruttivo attraverso le iniziative delle personi intese sull'istituzione del regno di Dio sulla Terra.


12 febbraio 2010
Il Predittore Interno dell'URSS

Risvolti sociali profezie e manipolazione dell'energia sessuale ,aggiornamenti

"Le donne non seguiranno il volere dei mariti o dei genitori. Saranno egoiste, abiette, discentrate e mentitrici e sarà a dei dissoluti che si attaccheranno. Esse diventeranno semplici oggetti di disfacimento sessuale"..
KALI YUGA Visnu purana


Kaly Yuga

"La Terra sarà venerata soltanto per i suoi tesori materiali.
Le vesti sacerdotali sostituiranno le qualità del sacerdote.
Una semplice abluzione significherà purificazione, la razza sarà incapace di produrre nascite divine.

Gli uomini chiederanno: quale autorità hanno i testi tradizionali? Ogni uomo si crederà pari a un bramano.

La gente avrà terrore della morte e paventerà le carestie; soltanto per questo conserverà un'apparente religiosità.

I matrimoni cesseranno di essere un rito.

Gli atti di devozione, anche se eseguiti, non produrranno alcun risultato...

Ogni ordine di vita sarà simile promiscuamente per tutti.

Colui che possederà piú denaro sarà padrone degli uomini che concentreranno i loro desideri sull'acquisto anche disonesto della ricchezza.

Le donne saranno in massima parte egoiste, abbiette, mentitrici, dissennate e si attaccheranno ai dissoluti .Diverranno oggetto soltanto di soddisfacimento sensuale.

I capi che regneranno sulla terra saranno dei violenti; s'impadroniranno dei beni dei loro soggetti.

Breve sarà la loro vita, insaziabili i loro desideri; non conosceranno la pietà.

I capi, sotto pretesti fiscali, deruberanno e spoglieranno i loro sudditi e distruggeranno la proprietà dei privati.

La sanità morale e la legge diminuiranno di giorno in giorno, finché il mondo sarà totalmente pervertito e l'empietà prevarrà tra gli uomini. 

"La casta prevalente sarà quella dei servi"

"I capi invece di proteggere i loro sudditi, li spoglieranno e sotto pretesti fiscali ruberanno le proprietà alla casta dei mercanti"

"La sanità (interiore) e la legge (conforme alla propria natura) diminuiranno di giorno in giorno finché il mondo sarà completamente pervertito. Solo gli averi conferiranno il rango. Solo movente della devozione sarà la preoccupazione per la salute fisica, solo legame fra i sessi sarà il piacere, sola via al successo nelle competizioni sarà la frode. La terra sarà venerata solo per i suoi tesori minerali"

"La debolezza sarà la sola causa dell’obbedire"

"La razza sarà incapace di produrre nascite divine. Deviati da miscredenti, gli uomini si chiederanno insolentemente: "Che autorità hanno i testi tradizionali? Che sono questi Dei, che è la casta detentrice dell’autorità spirituale? (Brahmana)""

"Il rispetto per le caste, per l’ordine sociale e per le istituzioni (tradizionali) verrà meno nell’età oscura. I matrimoni in questa età cesseranno di essere un rito e le norme connettenti un discepolo ad un maestro spirituale non avranno più forza. Si penserà che chiunque per qualunque via possa raggiungere lo stato di rigenerati e gli atti di devozione che potranno ancora esser eseguiti non produrran no più alcun risultato. Ogni ordine di vita sarà uguale promiscuamente per tutti"

"Colui che distribuirà più danaro sarà signore degli uomini e la discendenza familiare cesserà di essere un titolo di preminenza"

"Gli uomini concentreranno i loro interessi sull’acquisizione, anche se disonesta, della ricchezza. Ogni specie di uomo si immaginerà di essere pari ad un brahmana"

"La gente quanto mai avrà terrore della morte e paventerà l’indigenza: solo per questo conserverà forma (un’apparenza) di culto

"Le donne non seguiranno il volere dei mariti o dei genitori. Saranno egoiste, abiette, discentrate e mentitrici e sarà a dei dissoluti che si attaccheranno. Esse diventeranno semplici oggetti di disfacimento sessuale"..
KALI YUGA Visnu purana



Nell'età in cui verrà il Figlio di David, i luoghi dei sacri convegni saranno ridotti in bordelli, la Galilea sarà distrutta, il Gablan desolato, la gente di Ghebul errerà di città in città e non troverà misericordia, la scienza degli Scribi si corromperà, i tementi del peccato saranno aborriti, la faccia di quella generazione sarà come la faccia del cane, e la verità verrà mancando.
Rabbì Jehudah
Nell'età in cui verrà il Figlio di David, i giovani faranno vergognare i vecchi, i vecchi si alzeranno dinanzi ai giovani, la figlia si ribellerà alla madre e la nuora alla suocera, e la faccia di quella generazione sarà come la faccia del cane, e il figlio non avrà soggezione del padre.
Rabbì Nehorai
Nel nel secolo in cui verrà il Figlio di David, la sfacciataggine aumenterà e l'onore sarà pervertito.
- pure nella Baraità: ...Il Figlio di David non verrà fino a che non saranno molti gli apostati, o fino a che non diminuiranno gli studiosi della legge.
Rabbì Nehemià
Talmud.





Jezebel nella nostra Società.La manipolazione della donna e dell'energia femminile.




Foto: https://i.ytimg.com/vi/CEvR57uSGoI/hqdefault.jpg
http://static1.squarespace.com/static/5270270be4b029f7b8646768/t/530014fce4b018a8a07daacc/1392514300973/Jezebel1.jpg



"Ma ho alcune cose contro di te: tu permetti a quella donna Iezabel, che si dice profetessa, di insegnare e di sedurre i miei servi inducendoli a fornicare e a mangiare cose sacrificate agli idoli." (Apo 2:20)

[1 Re 16:31; 2 Re 9:22,30.]

Chi era Jezebel (Iazebel)??
Iezabel era una persona vera. Jezebel, il carattere Biblico, appare i 1 Re 16, quando sposa Ahab, re di Israele, la parte nord del regno diviso. Jezebel era la figlia di Ethbaal, re e sommo sacerdote dei Sidoniani che adoravano Baal. L'adorazione di Baal è associata con ossessiva sensualità che spesso culminava in atti sessuali. Jezebel, come figlia di questo regno perverso, crebbe in una atmosfera dove il sesso era il percorso per il potere e influenza. Proprio come nei nostri tempi.

Achab, Re di Israele, era completamente soggiogato e dominato da Jezebel (tipo di uomo moderno). Fu Jezebel che introdusse l'adorazione di Ashtoroth in Israele. Questo dio/dea rappresentava la cultura Cananite della Luna (interessante notare che il simbolo dell'Islam è la Luna) era una dea affamata di potere e sesso. Prostitute/Sacerdotesse riempivano i suoi santuari che servivano i suoi adoratori. Queste legali esche sessuali con incontri erotici prontamente disponibili erano più di quanto gli uomini di Israele potessero resistere. Attraverso Jezebel, la maggior parte di Israele, il regno del nord, lascio l'adorazione di Dio per Baal e Ashtoroth. Il profeta Elia lamenta che soltanto 7000 uomini nell'intera nazione resistettero il suo controllo. 1 Re 19:18

La dea Ashtoroth or Asteroth per i Filistei era la stessa dea Semita Astarte, tutte e due modellate dalla babilonese Ishtar, altre controparte sono Isis e Hathor d'Egitto, Kali d'India e Afrodite e Demeter della Grecia. L'equivalente Romana era Diana la stessa in Att 19:35. Infatti la stessa "dea" che in questi giorni va con il nome di Maria.

Concernente quest'ultima, il Concilio di Efeso nel 431 AD ebbe il culto della dea vergine Diana (nella Grecia era Artemis, per i Fenici Astarte) soppiantato da quello per Maria dalla Chiesa Cattolica Romana per legittimare che era Maria che aveva i titoli "madre di dio" e "madre di tutti" e non Diana che aveva gli stessi attributi. Diedero a a Maria anche gli altri nomi di Diana come: "regina dei cieli" e "vergine divina" e il resto. Prima del 431 AD Maria non era riconosciuta e così nel 431 effettivamente paganizzarono la Cristianità a Efeso e Diana, sempre viva, ebbe il suo nome cambiato in quello di Maria.

Che tipo di spirito?
Lo spirito di Jezebel nasce dalla stregoneria e dalla ribellione. Questo demonio è uno dei più comuni spiriti in operazione oggi, sia nella chiesa come nel mondo, ed è un potente nemico del corpo di Cristo. Opera liberamente su sinceri credenti il cui cuore è individualmente per Dio e ottiene anche posizione di potere come principati e potestà dentro la chiesa. Questo spirito stabilisce la sua roccaforte primariamente nelle donne, ma anche tanti uomini sono vittimizzati, dove funziona come uno spirito di "controllo".

Lo spirito di Jezebel è dietro la figlia della Democrazia, il Femminismo.

Basilarmente lo spirito di Jezebel è uno spirito di controllo lavorando attraverso la concupiscenza della carne, la concupiscenza degli occhi e l’orgoglio della vita. In generale ha due scopi:


Di ottenere identità, gloria, riconoscimento, potere e di soddisfare il suo bisogno di "odio per gli uomini". Questa è la conseguenza del desiderio di amore e valore - proprio centrato su se stesso.


Lo spirito di Jezebel odia gli uomini (maschi) e fa di tutto per evirare tutti gli uomini e di togliere loro l'autorità e potere sugli altri. Promuove diffidenza e odio per gli uomini in generale. Lo Spirito di Jezebel è in continua agitazione, terribilmente aggressivo, molto determinato, incallito, controllore, egoista, affamato di potere, manipolativo, senza pentimento, ingannevole, e soprattutto uno spirito maligno. E questi sono i suoi punti buoni. Veramente questo spirito può benissimo essere definito come "la donna di Satana".

Ci sono principalmente due tipi di spirito di Jezebel:


Il tipo di alto profilo che è generalmente socievole, schietto e altamente visibile. E' spesso vista come "la donna che porta i calzoni nella famiglia",


Il tipo basso profilo che parla soffice, dando l'illusione di essere premurosa, materna, protettiva, anche dando l'impressione di essere sottomessa. Questo spirito di basso profilo è il più pericoloso, perché è il più difficile da discernere. Essa dipende pesantemente su manipolazioni per il suo potere con sottili performance.

Qualche Caratteristica
Dentro questi due tipi ci sono due manifestazioni: La SEDUTTRICE e la FREDDA

La SEDUTTRICE usa ogni tipo di seduzione possibile per guadagnare controllo e potere come metodo di manipolazione ma si specializza sulla seduzione spirituale operando sia su donne come su uomini. La sua seduzione normalmente usa sottile adulazione e la sua seduzione è spesso fornicazione spirituale. Gli uomini sono particolarmente ciechi e facili vittime alle sue sottili seduzioni, come li lusinga con tutte le attenzioni. Le donne invece accecate dalla propria seduzione e non si aspettano, o non si rendono conto, di queste sottili manipolazioni.

Un buon esempio di Jezebel FREDDA è l'efficiente (spesso scialba) assistente esecutivo al fianco di un potente uomo di business o leader di chiesa. Spesso questo tipo di Jezebel non è socievole ma può essere molto schietta e aggressiva.

Breve lista degli aspetti di questo spirito:

Ingannatore
Questo spirito lavora in "privato", gente al di fuori del suo circolo a malapena conoscono le sue manovre e sono facile preda di manipolazione. Quelli che sono posseduti da lei hanno la tendenza di difenderla da ogni forma di critica. Come oggigiorno tanti uomini difendono le femministe.

Odia i maschi
Jezebel odia i maschi e si specializza nel distruggerli. Essa non può avere una vera e propria pia relazione con gli uomini perché il suo desiderio è quello di spogliarli da ogni percepito potere e poi di distruggerli, di evirarli emotivamente e spiritualmente.

Non sottomessa
Jezebel insulta, disprezza e dimostra nessun rispetto per l'autorità sopra di lei. Costruendo sull'avversione per autorità (specialmente quella per uomini) assieme con ribellione, essa odia chiunque abbia autorità su di lei (particolarmente da uomini) e cerca di distruggerli e di prendere i loro potere. Jezebel si considera come una "dea su un piedistallo".

Affamata di potere
Jezebel è estremamente affamata di potere, rispetta solo potere più forte del suo. Essa disprezza e considera se stessa superiore a chiunque che lei percepisce senza potere o potere meno del suo. Lei lavora attraverso le sue conquiste per ottenere potere su altri.

Intelligente
Questo spirito dall'Inferno è molto intelligente e trova molto stimolante controllare e manipolare gente intellettualmente abile. Essa è così abile a manipolarli cosi bene che loro in effetti l'adorano.

Forte lavoratrice
Frequentemente le Jezebels sono "super realizzatrici", che tristemente viene ammirato molto sia nella chiesa come nel mondo. E' anche una maestra nell'ostacolare altri ad ottenere qualcosa come: fare di tutto per prevenire altri ad ottenere le loro mete per poi criticarli di non essere capaci ad ottenere queste stesse mete.

Adoratrici di se stesse
Internamente le Jezebels si adorano, anche se esternamente presentano un dipinto di umiltà e sottomissione. Sono molto orgogliose di se stesse ed estremamente vanagloriose, e in questo orgoglio possono soltanto parlare di se stesse. Spesso sono molto attraenti e usano questa bellezza per sedurre le loro vittime.

Gelosia
Jezebel non può soffrire che altri abbiano attenzione sopra se stessa e farà qualsiasi cosa per pervenire che altri ricevano attenzione e riconoscimento. Se qualcuno si mette di mezzo fra di lei e la persona che cerca di controllare, essa attaccherà il più ferocemente nel cercare di distruggere la relazione con l'altra persona. Essa cercherà di distruggere la sua reputazione, minare la sua autorità e generalmente fermarsi a niente pur di separare chiunque dalla sua intesa vittima. Attenzione.

Manipolatrice
Jezebel usa le altre persone come oggetti, quando conviene al suo bisogno per guadagnare controllo, influenza e potere. Una volte ottenuto il controllo desiderato essa generalmente rigetta e butta via le persone usate. Se sono parte della sua famiglia lo fa con tanta emozione.

Regina Ape
Questo spirito domanda adorazione dagli altri (il sindrome dell'ape regina). Essa deve avere dominanza e controllo in casa sua. Gli altri membri della famiglia esistono solo per fare piacere a lei. Jezebel richiede "adorazione" dalla sua famiglia e seguaci ... di essere la loro "dea".

Dominatrice
Le Jezebels sono estremamente autoritarie (prepotenti) per natura, però molto sottilmente con il tipo di basso profilo. Esse sono facilmente offese se la loro autorità è messa in questione e spesso rispondono con estrema collera alla minima offesa. Esse domandano lealtà cieca.

Si aspetta cose non realistiche dagli altri
Quello che si aspetta da altri sono sempre cose non realistiche, perché gli altri non possono mai soddisfare le sue domande di completa sottomissione. Se ci provano essa li disprezza e li getta via dopo aver attenuto da loro quello che voleva. Chiunque cercasse di relazionarsi con una persona con questo spirito si trova in una situazione di perdita continua, impossibile farle piacere perché niente accontenta questo spirito.

Perfezionista
Perfezionismo e la comune caratteristica delle Jezebels, che genera auto odio nelle vittime, e disprezzano tutti quanto attorno a loro che falliscono di raggiungere i loro standard esagerati, cioè tutti. Questo è parte delle non realistiche aspettative in se stessa e in altri, ma è anche una scusa per mancanza di rispetto verso altri, specialmente quelli in autorità poiché quelli non sono all'altezza perciò lei non li deve rispettare, naturalmente.

Seduzione, Controllo, Manipolazione
Controllo e manipolazione sono le parti più forti della natura di Jezebel. Queste sono "spiriti di stregoneria" e sono estremamente pericolosi. Praticamente in tutto quello che fa Jezebel utilizza uno o tutti e due questi spiriti per ottenere la sua meta. Jezebel è la massima manipolatrice. Come la donna adultera essa dice: "Questa è la condotta della donna adultera: mangia, si pulisce la bocca e dice: «Non ho fatto alcun male!»." (Pro 30:20)

Il primo passo nel lavoro di Jezebel è quello di controllare la sua vittima con la seduzione. Lei usa: adulazione, melliflue profezie, parole piacevoli e lacrime seduttrici. Lei vedi i bambini nel matrimonio come strumenti e armi per manipolare il marito e la famiglia.

Essa sa come usare profondi lesioni emotive e ferisce per manipolare e controllare come crea apparenti profondi legami con altri. Jezebel ha gran piacere in attirare gente a se stessa e lontano da quelli che potrebbero veramente parlare bene nelle loro vite. Jezebel rende il suo meglio quando in un vortice di confusione e scompiglio.

Pescecane
Jezebel è un pescecane, crudele e pericoloso. Essa raggira le vite degli altri cercando qualcuno che sia responsivo, seducibile e controllabile per farne suo discepolo. A Jezebel piace dare nascita a figli spirituali suoi che mangino dal suo tavolo. Lei cerca quelli che sono ribelli, che sono deboli, feriti o quelli che contendono, che si oppongono e combattono ogni stabilita autorità spirituale.

Possessiva
Jezebel è molto possessiva e prepotente; vuole pieno controllo su altri. Jezebel ama il potere, "dammi, dammi, dammi" è il suo grido. I soldi non sono il vero motivante di questo spirito, è il Potere e l'Autorità che cerca veramente. Ad essa piace di avere controllo sulle vite di altri perché è nel controllare altri che lei estrae la sua forza. Come un ragno essa svuota le sue vittime spiritualmente. Essa usa colpe e debolezze che percepisce nelle persone per cercare di creare sentimenti di vergogna o colpa che ultimamente li porta a sottomettersi alla sua volontà. Usa anche paure e intimidazioni per manipolare altri ad essere sottomessi a lei.

Autocommiserazione
Jezebel usa autocommiserazione e le sue debolezze per manipolare altri ad essere sottomessi a lei per compassione o pietà. Essere spiacenti per Jezebel non è compassione, è follia.

Anche se spesso molto apparentemente molto dotata nel Signore, Jezebel opera in falso discernimento datole dal nemico nel parlare parole di conoscenza ottenute da uno spirito famigliare e NON dallo Spirito di Dio. Questa è stregoneria. Il potere di stregoneria è derivato da Satana stesso e ogni tentativo di manipolazione o di controllo "vende" sempre più a Satana e rafforza l'inganno in cui si trova Jezebel.

Usa persino la preghiera per manipolare quelli che sta corteggiando per avere controllo, specialmente preghiere udibili sopra quella persona per creare l'illusione che facendo il volere di Jezebel uno obbedisce il Dio; oppure per generare paura o emozioni dentro la persona e usarle per manipolare.

Questo è il significato di Apo 2:20.

Desiderio di Potere
Le Jezebels sono attratte alle persone di potere come "falene alla fiamma". Spesso queste intelligenti, efficienti, attraenti e anche impudenti Jezebels si trovano a servire "ai piedi" di leader prominenti, anche nella chiesa. L'inganno e la seduzione di Jezebel ha spesso cosi tanto successo che il leader non riconosce chi ha accanto. Il vero desiderio di Jezebel e quello di strappare il potere dalla persona che servono. Se quella persona ha dono profetico, la missione di Jezebel è di distruggerla usando qualsiasi metodo possibile; distruggere la loro credibilità, minare la loro autorità, discreditare il loro ministero, causare la loro caduta in tentazioni sessuali, eccetera.

Ambiziosa
Le Jezebels hanno desiderio di "salire la scala" dovunque si trovano. Questa è un'altra caratteristica da fare attenzione, non si trova una Jezebel che sia umile, penitente, democratica e non ambiziosa.

Convinta
Nonostante il sistema di credo di Jezebel sia ovviamente incorretto e maligno, loro credono fermamente in questo credo.

Le Jezebels sono normalmente gente di convinzioni profonde. Come detto prima, tante persone controllate dallo spirito di Jezebel hanno un cuore vero per Dio e onestamente desiderano servirlo. La Jezebel originale (lo spirito presente nella regina di Jezebel) era devota religiosa, ma in completa ostilità con Dio. Essa adorava all'altare di Baal (adorazione della carne). Le moderne Jezebels possono infatti credere che servono il vero Dio, però l'agenda nascosta è adorazione di se stessa. In tanti casi hanno una interpretazione privata della Bibbia, ma insistono con veemenza di essere corrette.

Mormorii, Lamenti e Criticismi
Mormorii, lamenti e criticismi sono tipici spiriti molto popolari specialmente nella chiesa e quelli più spesso usati dal maligno. Essa usa critiche di percepite colpe in altri per costruire la stime di se stessa e per giustificare la sua disobbedienza o mancanza di rispetto per altri. Dato che tende al perfezionismo, ogni colpa che trova in altri è ragione per disobbedire ogni autorità. Usa la critica come uno strumento per manipolare quelli attorno a lei ed assieme a mormorii e lamenti causa divisioni per indebolire i suoi opponenti e di conseguenza di guadagnare controllo su di loro per distruggerli.

Libidinosa
Le Jezebels sono "spiriti libidinosi" con brama del potere primariamente, però la loro brama si può manifestare sessualmente, se ottiene i risultati desiderati. Queste manifestazione variano dalla moglie che trattiene unione sessuale con il marito per scopi manipolativi ad utilizzare tentazioni sessuali per attirare i potenti in una posizione compromettente da causare la loro caduta e distruzione.

Le Jezebels spesso sono arrabbiate, brutali, e anche violente quando contrariate. Esse si accaniscono contro chi non vuole fare il loro volere o sottomettersi (specialmente se l'hanno fatto nel passato), frequentemente con crudeli attacchi verbali mirati ad umiliare. I danni emotivi causati da questi scoppi d'ira possono essere devastanti nei quali questa ira è diretta. Questi attacchi sono spesso sorgente di terribili ferite emozionali per i suoi figli e consorte. Quando questi scoppi si manifestano in pubblico spesso espone il vero spirito in operazione ad altri che ne erano oblii. Fate attenzione.


Infermità e malattie
Le Jezebels frequentemente godono della povera salute d'altri, anche della loro, specialmente il tipo di basso profilo. Per loro è uno strumento per avere attenzione e simpatia e altri tipi di manipolazioni. La tragedia è che questa forma di "infermità invitata" eventualmente porta a problemi fisici veri e diventa parte della distruzione che lo spirito opera in Jezebel, ma è inteso ad avanzare la sua meta piuttosto che indebolirla.

Vi siete mai sentiti insicuri in loro presenza? Fate attenzione, Jezebel ama immischiarsi nel reame dell'insicurezza. Lei scopre questo in voi istantaneamente e allora la seduzione comincia.

Distruzione
Oltre distruggere quelli che le sono attorno, Jezebel odia specialmente quelli che controlla dato che la sua missione è quella di distruggere i profeti, e tante sue vittime sono profeti di Dio, causando loro di auto distruggersi. Questo è il sindrome del "ragno vedova nera" dato che questo ragno vedova nera uccide il suo compagno. Nel reame spirituale essa ha due applicazioni: 1. Lo Spirito di Jezebel cerca di uccidere l'autorità maschile, o profeti e 2. cerca anche di uccidere la sua vittima che è consorte a lei quando essa prende controllo della sua vita.

Bestemmie
Le Jezebels imprecano contro chiunque, causando maledizione su se stesse senza rendersene conto. Jezebel è una maestra della critica, e del mormorio e della lagnanza. Spesso deliberatamente maledice coloro che sono contro di lei con intenzione di punirli e metterli a posto per portarli sotto il suo controllo. Jezebel fermamente crede che ha tutte le ragioni dalla sua parte per fare questo ed ha pieno sprezzo per il benessere e indipendenza degli altri, essendosi convinta che lei sa quale è la cosa migliore per loro. Tanti cadono a queste maledizioni. Pero per quelli che sono sotto la protezione della croce, queste maledizioni sono spesso trasformate in benedizioni dal Signore lasciando le Jezebels svigorite della energia spirituale, frustrate, confuse e completamente vinte, chiedendosi: "cosa è andato male?".

Complesso di superiorità
Le Jezebels si percepiscono come intellettualmente e spiritualmente superiori a tutti e "parlano giù" agli altri. Questa attitudine è di disprezzo per gli altri.

Lo spirito di Jezebel assolutamente odia e sfugge qualsiasi forma di Pentimento e Umiltà.

Dato che lo spirito di Jezebel è orgoglioso e ribelle, essa odia il pentimento e l'umiltà. Questi sono potenti armi che possono essere usati contro di lei, e sono anche la chiave per discernere questo spirito, cioè una persona ribelle piena di orgoglio che rifiuta di pentirsi.

Jezebel e la moda
Jezebel è molto attratta all'ultima moda di vestirsi e si veste per dimostrarsi superiore e letteralmente per "uccidere" .

Rancore e Risentimento
Rancore e risentimento contro ferite del passato sono nutriti nella vittima dallo spirito di Jezebel perché essa sa che la radice di amarezza cresce come il cancro e si manifesta in tanti tipi di disturbi fisici che lei può usare per le sue manipolazioni. Naturalmente questo cancro di amarezza lentamente distrugge la vittima che gradualmente cresce sempre più meno attraente, eventualmente assomigliando a una strega dove lo spirito nasce. La vittima marcisce dentro dimostrandolo sia spiritualmente come fisicamente. Lo spirito di Jezebel è molto ripulsivo.

Congreghe di Jezebels
Tante Jezebels sono attirate dalle più influenzali Jezebels in operazione. Anche se questo viene fatto inconsapevolmente, ha l'effetto di creare una piena congrega di effettive strateghe con l'alta sacerdotessa in carica con risultati devastanti. Le puoi vedere su tutta la nazione nelle organizzazioni Femministe.

Jezebel e Bambini
L'opinione di Jezebel sui bambini è perversa. Lei dice che li ama, ma non sa nemmeno come amarli e li usa come armi per avanzare i suoi bisogni egoistici. I bambini sono semplicemente pedine nel suo gioco di potere e controllo. Infatti l'orientamento nel mondo Occidentale e quello di avere sempre meno bambini, o nessuno. Una nota femminista Jezebel ha detto: " la cosa più misericordiosa in una grande famiglia è quella di uccidere qualcuno dei suoi infanti".

Pugnala nella schiena
Jezebel è la classica pugnalatrice nella schiena; ti sorride, ti abbraccia e bacia, ma appena giri le spalle ti pugnala nella schiena ripetutamente, con vigore godendo di ogni ferita che ti infligge. E' uno spirito molto maligno e ambiguo. Guardarsi le spalle.

E questo per menzionare solo pochi delle caratteristiche dello spirito Jezebel che viene dall'Inferno.

Cosa dire dello spirito di Achab.
C'è da notare che in questi tempi ci sono sempre più donne nelle chiese che uomini. Questo succede quando il capo spirituale e naturale della famiglia sono donne. Gli uomini hanno la tendenza di "fuggire per i monti" quando le donne infrangono sui loro prestabiliti ruoli.

Lo spirito di Achab è una figura debole ed evirata, infatti la maggioranza degli uomini moderni sono sotto questo spirito, ridotti in schiavi delle loro mogli. C'è un aforisma che dice: "Ci sono due tipi di uomini in questo mondo: quelli che governano e quelli che non governano - se non governi sei governato".

Questa coppia, Jezebel e Achab, rappresenta molto bene la situazione in questa nostra società.

Era Jezebel che era la più spirituale, fu lei che si prese il ruolo dominante. Jezebel usò lo stato emotivo di Achab per ingraziarsi con lui, fu questa donna che guidò suo marito a fare quello che lei voleva, era lei che dettava legge e portava "i calzoni" nella loro relazione. Non è questo un perfetto dipinto della nostra società democratica?

Ma cosa succede quando la donna si prende il ruolo dominante che Dio ha prescritto per gli uomini?:


Se la donna si prende il ruolo del marito nel dirigere la famiglia, egli perderà la sua naturale iniziativa di prendersi la sua responsabilità,


Quando la donna si prende la conduzione, essa si addossa il ruolo maschile. A meno che suo marito non combatte per la supremazia, deve assumersi un ruolo secondario. Uomini che sono forzati alla sottomissione dalle loro mogli hanno la tendenza ad essere irritati, avviliti e di ritirarsi come Achab,


Quando un uomo prende un ruolo spirituale al comando dalla moglie diventa vulnerabile ad essere guidato dalla moglie in quel ruolo. Questo è contro le direttive di Dio e la natura che Egli diede, e spesso porta conflitti nella famiglia e nella chiesa,


Tanti uomini girano la testa quando vedono le loro mogli venire fuori dal loro ruolo ed immedesimarsi in quello del marito. Questi uomini preferiscono non avere a che fare con la fredda stizza dalla moglie che riceverebbero se offrissero la minima resistenza. Avete visto questo tipo di comportamento?

Achab preferì di non notare quando sua moglie "lavorava" dietro la scena. Tanti uomini (quasi tutti oggigiorno) girano la testa quando vedono le proprie mogli uscire dal ruolo che Dio ha dato loro. Jezebel sapeva che lei non era la testa legittima cosi invocava il nome del marito per avere autorità. Quante volte si sente dire: "Oh! mio marito non mi permetterebbe questo" quando si sa che in verità al marito non importa nulla. E' un modo per mantenere controllo e fermare quelli che farebbero domande. Quando una donna fa questo; qualsiasi ministero Dio le ha dato, si ferma.

Jezebel era profondamente preoccupata dalle cose spirituali e fece passi per promuovere i suoi leader spirituali. Nel processo essa provocò sua marito a distruggere quelli che avevano autorità spirituale che a lei non piaceva. Avete mai visto donne che influenzano i propri mariti a pensare male di quelli in autorità che non piacciono? Quando una donna raggiunge questi livelli potrebbe anche cambiarsi il nome a "Jezebel".

Il problema è che l'uomo è fatto in un certo modo e non ha difesa contro l'amore di una donna che ama. Questo ve bene se il matrimonio è in ordine, ma se va a finire nelle mani di una Jezebel, veramente la sua vita diventa l'Inferno in terra.

Sfortunatamente, con avvento della Democrazia e con l'approccio egalitario ci sono miliardi di Jezebels nel mondo e quelli che una volta erano uomini veri sono stati adesso ridotti a tipi deboli come Achab, essi sono stati castrati mentalmente e il mondo è in profonda decadenza per questo, come vediamo tutt'intorno.

Quante donne conoscete oggi che corrispondono a questo?: "10 ¶ Chi troverà una donna forte e virtuosa? Il suo valore è di gran lunga superiore alle perle. 11 Il cuore di suo marito confida in lei e avrà sempre dei guadagni. 12 Ella gli fa del bene e non del male, tutti i giorni della sua vita." (Pro 31:10-12)

Quanto è potente questo demonio di Jezebel?
Per sette anni Dio protesse Elia attentamente, Dio lo nutrì nella terra desolata. Quando gli eserciti di Achab cercarono di ucciderlo, non furono capaci di toccarlo nemmeno con un dito.

Alla fine, in un finale confronto su Monte Carmelo, Elia chiamo fuoco dal cielo e con clamoroso risultato sconfisse e uccise i sacerdoti di Baal. Tutto Israele cadde ai suoi pedi in pentimento, adorando il vero Dio. Elia era l'uomo del momento, fu vendicato, vittorioso e chiaramente in comando.

Nonostante ciò, quando Jezebel mandò a Elia una sola minaccia, egli improvvisamente si girò codardo e fuggì nel deserto. Ansioso, depresso e miserabile implorò Dio di ucciderlo. Tipicamente come gli uomini d'oggi, che scappano per i monti. Una volta chiesi ad una delle nostre segretarie di prepararmi certe carte e le diedi tanto tempo, ma quando fu scaduto essa no le aveva preparate, così le feci sapere il mio dispiacere in termini chiari. Ella mi guardò con tutto l'odio che poteva radunare e sibilo fra i denti le usuali farsi femministe: "tu sei un maschilista". "Si" le risposi "e così è mio Padre avendoli creati maschio e femmina". Mi guardò ancora più violentemente, come pronta a darmi uno schiaffo che io ero preparato a ritornarlo, ma si limito a girarsi su tutte le furie e non mi parlò mai più. Ma le carte furono pronte in un baleno e non ebbi più problemi con lei per altre carte. Vedete lei mi odiava con tutto quello che aveva dentro ma mi rispettava perché le ho tenuto testa. Quanti uomini pensate che avrebbero fatto così oggi? Penso molto pochi.

Questa faccenda di Elia non fa senso, egli godeva di protezione super naturale da sette anni. Chiamò fuoco dal cielo e sconfisse i suoi tanti nemici, malgrado questo una singola irata donna lo minaccio una volta e lui perse ogni frammento di visione e scappò. Egli si lamentò in auto commiserazione e depressione chiedendo a Dio di ucciderlo. Sicuramente quella fu una magnifica dimostrazione della potenza di Dio e quella potenza era con Elia, ma ad una parola di Jezebel si dimentico tutto e fuggì impaurito. Sicuramente questo comportamento infastidì il Signore almeno un poco, perché in quel momento Elia dimostrò di temere più la donna Jezebel che Dio stesso.

Questo è un buon esempio della potenza di questo demonio Jezebel ad intimidire e di creare paura e causare gli uomini a ritirarsi. La Jezebel ruba le nostre visioni. Jezebel ci rende depressi e ansiosi anche quando non c'è niente di significante o differente nelle nostre circostanze. Se ci sono circostanze difficili questo spirito ci dice che sono insormontabili, impossibili e schiaccianti. Jezebel ci fa sentire come se stessimo morendo quando in effetti siamo l'uomo di Dio del momento.

La stregoneria di Jezebel attacca i leader chiave nell'obiettivo scelto attraverso intimidazione. Quelli sotto attacco potrebbero svegliarsi il mattino presto con difficoltà a respirare. Tutta la gioia sembra essere partita. La vita spirituale sembrerebbe irrilevante. Voci demoniche farebbero eco nelle nostre menti: "c'è qualcosa che non va con te". Ci potremmo trovare in una forte ansietà, temendo una tragedia e morte. Tanto di quello che viene chiamato "depressione" nel ministero è semplicemente lo spirito di Jezebel.

Jezebel vuole paralizzare attraverso la paura. condanna, depressione, apatia o qualsiasi cosa che ci vuole perché ci ritiriamo. L'unica risposta per quelli sotto gli attacchi di Jezebel è perseveranza nella battaglia. Dobbiamo rimanere sul cammino, non importa quello che ci vuole.

La cosa triste e che Jezebel ha così tanto successo nei suoi sforzi oggigiorno.

Guerra
La guerra continua tutt'oggi fra Jezebel ed Elia. Come tutte le guerre ci sono casualità. Anche i leader qualche volta cadono. Certe volte i soldati fuggono. Jezebel vuole tenere la chiesa e il mondo dentro i suoi confini. Essa pretende di decidere i limiti della chiesa. Non dobbiamo permettere questo.

Cosa dobbiamo fare?
Prima di tutto dobbiamo liberarci dalle vie di Jezebel nelle nostre vite, Non possiamo cacciare la libidine se l'ospitiamo nella nostra vita. Non possiamo scacciare lo spirito di controllo se usiamo manipolazione per tenere la nostra congregazione sotto controllo. Dobbiamo esaminare le nostre vie e pentirci di Jezebel in noi.

Secondo, ci vuole Jehu. Nonostante che Elia fosse nemico di Jezebel, ci volle Jehu per calpestare la Jezebel.

Jehu non prendeva prigionieri e non dimostrò pietà per Jezebel. Come si avvicinava a Jezebel quelli che videro il suo carro notarono che "guidava furiosamente" (2 Re 9:20). Quando gli altri offrivano pace e compromesso, Jehu rispondeva "«Che pace vi può essere finché durano le prostituzioni di tua madre Jezebel e le sue numerose magie?» (2 Re 9:22)

E questo è ripetuto nel Nuove Testamento: "E quale armonia c’è fra Cristo e Belial? O che parte ha il fedele con l’infedele?" (2Co 6:15) NESSUN COMPROMESSO POSSIBILE.

Jehu non ebbe riposo finché Jezebel non era morta. I suoi piaceri non lo attiravano, le sue minacce non lo scoraggiavano. Egli non tollerava Jezebel.

Gesù dice che anche noi non dobbiamo TOLLERARE Jezebel (Apo 2:20). Dobbiamo imparare la potenza profetica nella parola "NO". Non dobbiamo indietreggiare.

Quando Jezebel cercò di sedurre Jehu, egli non si permise nemmeno di essere attirare in conversazione con lei. Invece, egli chiamò gli eunuchi (tipo di uomini d'oggi) a buttarla giù dal balcone. Quelli con l'unzione come Jehu dirigono gli schiavi, mentalmente castrati di Jezebel, di alzarsi dalla loro miserabile situazione e gettare giù Jezebel per essere liberi.

"NO" è la parola operativa contro Jezebel, quando quelli in autorità dicono "NO" a lei, essa è pronta per la guerra. Ricordiamoci che Jezebel è uno spirito guerriero sempre pronto per la battaglia. Ma noi dobbiamo essere forti e mantenere il nostro terreno.

Fratelli, il tempo è già tardi, infatti è quasi passato, ma dobbiamo alzarci e stare in piedi, per riconquistare la posizione che Dio ci ha dato. Cosa diremo al nostro amato Signore Cristo Gesù, quando ci chiederà: "Cosa hai fatto della vita che ti ho dato?". Ci saranno teste abbassate e deboli voci: "Tu sai, o Signore".

Dobbiamo lavorare assieme con accordo comune con la cazzuola in una mano e la spada nell'altra.

"16 ¶ Da quel giorno, la metà dei miei servi si occupava dei lavori, mentre l’altra metà impugnava le lance, gli scudi, gli archi e indossava le corazze; i capi erano dietro tutta la casa di Giuda. 17 Quelli invece che costruivano le mura e quelli che portavano o caricavano i pesi, con una mano si occupavano dei lavori e con l’altra tenevano la loro arma. 18 Tutti i costruttori, lavorando, portavano ciascuno la spada cinta ai fianchi, mentre il trombettiere stava accanto a me." (Nee 4:16-18 LND)


http://www.albatrus.org/italian/ordine_chiesa/donne/jezebel_nostra_societa.htm



I Purana e gli Avatara

I Purana ("raccolte di storie dei tempi antichi" o " Sacre Tradizioni"), paragonabili alla nostra Bibbia, trattano cinque argomenti: la creazione dell'universo; la sua distruzione e ricreazione; la genealogia delle divinità; le varie epoche del mondo con indicazione della condotta spirituale da tenere nei vari cicli;la storia di grandi dinastie.

I Purana sono distinti in 18 maggiori (Maha Purana) e 18 minori (Upa Purana), in ognuno di essi troviamo la presenza di una particolare divinità, di cui vengono presentate vita, culto, mitologia, nonchè le manifestazioni degli avatara e i relativi insegnamenti spirituali.

I 18 Maha-Purana sono:1) Brahma Purana 2) Padma Purana 3) Vishnu Purana 4) Vayu Purana 5) Bhagavata Purana 6) Naradiya Purana 7) Markandeya Purana 8) Agni Purana 9) Bhavishya Purana 10) Brahmavaivarta Purana 11) Linga Purana 12) Varaha Purana 13) Skanda Purana 14) Vamana Purana 15) Kurma Purana 16) Matsya Purana 17) Garuda Purana 18) Brahmanda Purana.


L'era dell'acquario

Gli avatara sono: Matsya, Kurma, Varaha, Narashima, Vamana, Parasurama, Rama, Krisna, Buddha. Il prossimo è denominato Kalki ("il distruttore delle impurità") il decimo avatar che apparirà secondo la tradizione in questa epoca. E' interessante osservare che la definizione di "distruttore delle impurità" o "della sporcizia" richiama una delle dodici fatiche di Ercole: pulire le Stalle di Augia che l’omonimo re degli Epei non aveva mai pulito. Stabbio e letame vi si erano così accumulati che l’impresa appariva impossibile. Ercole riuscì nell'impresa deviando nelle stalle il corso dei fiumi Alfeo e Peneo, che spazzarono via, con l'impeto della loro corrente, tutto l’enorme sudiciume.

Le acque dei fiumi di cui si è avvalso Ercole corrisponderebbero, simbolicamente, alle Acque spirituali (ovvero all'Insegnamento della filosofia iniziatica) dell’undicesimo segno, l’Acquario, acque che sarebbero in grado di purificare il subcosciente dell’uomo.

Se consideriamo che Aïvanhov collega il simbolo di questa fatica di Ercole al segno dell'Acquario (cfr. il cap:" Le 12 tribù di Israele e le 12 fatiche di Ercole in relazione allo Zodiaco" in "Lo Zodiaco chiave dell’uomo e dell’universo") si evincono profonde corrispondenze tra la figura del kalki avatar (il distruttore delle sporcizie) e il Vecchio Saggio (del simbolo dell'Acquario) che riversa, tramite le sue mani, acque purificatrici sulla umanità. Non a caso, il simbolo dell'Insegnamento della Fratellanza Bianca Universale, trasmesso in questa epoca da P.Deunov e O.M. Aïvanhov richiama compiutamente l'era dell'Acquario, le nuove correnti di universalità, fratellanza e unità.



I cicli e il Dharma attuale

Secondo la Trimurti (Trinità) indiana abbiamo le seguenti distinzioni: Brama è il creatore, Shiva assicura la transizione da un mondo ad un altro, Vishnu, invece, entra nell'intera manifestazione cosmica per sostenerla e mantenerla ("Visnù il conservatore"), manifestandosi in numerosi avatara ("incarnazioni", "discese") per proteggere il mondo dalle forze che periodicamente mettono in crisi l'ordine cosmico ovvero il dharma. Se Visnù non intervenisse nei momenti di crisi, le forze disgregatrici avrebbero il sopravvento. Visnù è quindi il custode della legge universale, del dharma: «Così ogni volta che l'ordine (Dharma) viene a mancare e il disordine avanza, io stesso produco me stesso, per la protezione dei giusti, per la distruzione dei malvagi e per ristabilire i princìpi della Giustizia Divina, Io mi incarno di era in era» (Bhagavad Gita, IV, 8).


I cicli evolutivi sono divisi ciascuno in quattro periodi chiamati yuga:
Il primo periodo è l'Età dell'Oro o della Verità (Satya Yuga), nel quale l'umanità ha una spontanea saggezza data dalla propria vicinanza al divino;
Il secondo è l'età dell'Argento (Tetra Yuga);
Il terzo è l'Età del Bronzo (Dvapara Yuga);
l'ultimo è l'Età del Ferro (Kali Yuga).


Il Kali Yuga e l'età dell'oro

Una nuova Età dell'Oro. Kalki sarà, secondo la tradizione dei Purana, il prossimo avatar di Vishnu, l'instauratore della nuova 'Età dell'oro. Apparirà, simbolicamente, cavalcando un cavallo bianco, ed impugnando una spada, e sarà la fine del Kali yuga, l'attuale epoca oscura in cui prevale la vita passionale e l'uomo rischia di allontanarsi sempre di più dalla propria natura divina, dal proprio sé e quindi dal proprio dharma e vive, a causa di ciò, grandi angosce e sofferenze.

Anche qui profonde analogie sono rinvenibili tra la figura del Kalki avatar, e la venuta nell'Apocalisse del Cristo "...Poi vidi il cielo aperto, ed ecco un cavallo bianco; colui che lo cavalcava si chiamava "Fedele" e "Verace": egli giudica e combatte con giustizia. I suoi occhi sono come una fiamma di fuoco, ha sul suo capo molti diademi; porta scritto un nome che nessuno conosce all'infuori di lui. È avvolto in un mantello intriso di sangue e il suo nome è Verbo di Dio. Gli eserciti del cielo lo seguono su cavalli bianchi, vestiti di lino bianco e puro. Dalla bocca gli esce una spada affilata per colpire con essa le genti. Egli le governerà con scettro di ferro e pigerà nel tino il vino dell'ira furiosa del Dio onnipotente. Un nome porta scritto sul mantello e sul femore: Re dei re e Signore dei signori.

Giordano Bruno, affermava "la nostra terra è tempio del mondo. Ma, oimé, tempo verrà che apparirà l'Egitto in vano essere stato religioso cultore della divinitade [...]. 0 Egitto, Egitto, delle religioni tue solamente rimarranno le favole [...]. Le tenebre si preponeranno alla luce, la morte sarà giudicata più utile che la vita, nessuno alzerà gli occhi al cielo, il religioso sarà stimato insano, l'empio sarà giudicato prudente, il furioso forte, il pessimo buono. E credetemi che ancora sarà definita pena capitale a colui che s'applicarà alla religion della mente; perché si trovaranno nove giustizie, nuove leggi, nulla si trovarà di santo, nulla di relligioso: non si udirà cosa degna di cielo o di celesti. Soli angeli perniciosi rimarranno, li quali meschiati con gli uomini forzaranno gli miseri all'audacia di ogni male, come fusse giustizia; donando materia a guerre, rapine, frodi e tutte altre cose contrarie alla anima e giustizia naturale: e questa sarà la vecchiaia ed il disordine e la irreligione del mondo. Ma non dubitare, Asclepio, perché, dopo che saranno accadute queste cose, allora il signore e padre Dio, governator del mondo, omnipotente provveditore [...] senza dubbio donarà fine a cotal macchia, richiamando il mondo all'antico volto". Deunov spiegava: "Durante il trascorrere del tempo, la consapevolezza dell'essere umano attraversò un periodo molto lungo di oscurità. Questa fase che gli Indù chiamano "Kali Yuga", è quasi alla fine. Oggi ci troviamo al confine tra due epoche: quella del Kali Yuga e quella della Nuova Era in cui stiamo entrando. (...) ognuno sarà presto soggiogato dal Fuoco Divino che purificherà e preparerà tutti per la Nuova Era. Così l'individuo si eleverà ad un grado superiore di coscienza, cosa indispensabile per la sua entrata nella Nuova Vita. Questo è ciò che si deve comprendere per "Ascensione". Passeranno alcune decadi prima che questo Fuoco arrivi e questo trasformerà il mondo portando una nuova morale. Questa onda immensa giunge dallo spazio cosmico ed inonderà tutta la Terra .... Il Fuoco di cui parlo, che accompagna le nuove condizioni offerte al nostro pianeta, ringiovanirà, purificherà, ricostruirà ogni cosa: la materia verrà raffinata, i vostri cuori saranno liberati dall'angoscia, dai problemi, dall'incertezza e diverranno luminosi; ogni cosa sarà migliorata, elevata. I sentimenti, i pensieri e gli atti negativi saranno consumati e distrutti. La vostra vita attuale è una schiavitù, una dura prigione. Comprendete la vostra situazione e liberatevene. Vi dico questo: uscite dalla vostra prigione! Dispiace veramente vedere così tanta confusione, così tanta sofferenza, così tanta incapacità di comprendere dove stia la vera felicità. Ogni cosa che vi circonda presto crollerà e scomparirà. Nulla resterà di questa civiltà, non la sua perversione; tutta la Terra sarà scossa e non verrà lasciata traccia di questa erronea cultura che mantiene gli uomini sotto il gioco dell'ignoranza (...) Dopo queste sofferenze, coloro che saranno salvati, l'elite, conosceranno l'Era d'Oro, l'armonia e la illimitata bellezza...La Nuova Era è quella della sesta razza. Siete predestinati a prepararvi per questa, a darle il benvenuto e a viverla. La sesta razza si costituirà sull'idea della Fraternità. Non ci saranno più conflitti di interessi personali. Le singole aspirazioni personali dovranno conformarsi alla Legge dell'Amore" (Propositi per il Futuro, di Peter Deunov, 1944).

Restaurare il dharma vuole dire nel ciclo attuale aiutare l'uomo a ritrovare dentro si sé la propria natura divina affinché possa manifestarsi concretamente nella coscienza individuale, nei comportamenti individuali e conseguentemente in quelli collettivi. "Voi siete dèi" ammoniva Gesù nei Vangeli! Ecco vivere con tutto il proprio essere questa verità è il dharma individuale e collettivo che permetterà di rispettare Le Leggi della Morale Cosmica. Non il ritiro ascetico, ma la realizzazione nella materia, nel tempio interiore, nei comportamenti, nei pensieri e nei sentimenti.

Forse si può affermare che l'Avatar, sotto il profilo della manifestazione, prescindendo da eventuali ed opinabili identificazioni con una determinata persona fisica, è certamente un Principio divino che si manifesta, un Insegnamento Iniziatico che si esplicita (che scende sull'umanità come l'acqua che il Saggio dell'Acquario riversa sulla collettività) e che si rivolge all'uomo offrendogli la mano per sollevarlo dal buio, dalla sofferenza nella quale è caduto. E' un Insegnamento che offre a tutti coloro che lo vogliano, possibilità e metodi (cfr questa pagina) per ritrovare " la casa paterna".

Approfondimenti

vol nn.25, 26 - L’Acquario e l’arrivo dell’Età d’Oro - collana opera omnia
cap. X - La Sinarchia interiore - volume "La Libertà vittoria dello Spirito"
cap.XIII - Il ruolo della donna - volume 214 coll.izvor
cap.XII La Chiesa esoterica di San Giovanni - volume "I Frutti dell'Albero della vita"



1. Lo giuro per il Giorno della Resurrezione,

2. lo giuro per l'anima in preda al rimorso.


3. Crede forse l'uomo che mai riuniremo le sue ossa?

4. Invece sì, possiamo persino riordinare le sue falangi.

5. Ma l'uomo preferisce piuttosto il libertinaggio!

6. Chiede: “Quando verrà il Giorno della Resurrezione?”.

7. Quando sarà abbagliato lo sguardo,

8. ed eclissata la luna,

9. e riuniti il sole e la luna.

10. In quel Giorno l'uomo dirà: “Dove fuggire?”.

11. No, non avrà rifugio alcuno.

12. In quel Giorno il ritorno sarà presso il tuo Signore.

13. In quel Giorno l'uomo sarà edotto di quel che avrà commesso.

14. Sì, l'uomo testimonierà contro se stesso,

15. pur avanzando le sue scuse.

16. Non agitare la tua lingua con esso, per affrettarti*:

17. invero spetta a Noi la sua riunione e la sua recitazione.

18. Quando lo recitiamo, ascolta [attento] la recitazione.

19. Poi spetterà a Noi la sua spiegazione.

20. No, voi amate l'effimero [della vita terrena],

21. e trascurate l'altra vita.

22. In quel Giorno ci saranno dei volti splendenti,

23. che guarderanno il loro Signore;

24. e in quel Giorno ci saranno volti rabbuiati,

25. al pensiero di subire un castigo terribile.

26. No, quando [l'anima] sarà giunta alle clavicole,

27. sarà gridato: “Chi è esorcista?”.

28. Ed egli concluderà che è prossima la dipartita,

29. e le gambe si irrigidiranno;

30. in quel Giorno il ritorno sarà verso il tuo Signore.

31. Ma egli non credette e non eseguì l'orazione,

32. tacciò invece di menzogna e voltò le spalle,

33. ritornando poi verso la sua gente, camminando con alterigia.

34. Guai a te, guai,

35. e ancora guai a te, guai!

36. Crede forse l'uomo che sarà lasciato libero?

37. Già non fu che una goccia di sperma eiaculata,

38. quindi un'aderenza, poi [Allah] lo creò e gli diede forma armoniosa;

39. poi ne trasse una coppia, il maschio e la femmina.

40. Colui [che ha fatto tutto questo] non sarebbe dunque capace di far risorgere i morti?

Corano
Sura LXXV
Al-Qiyâma
(La Resurrezione)



Proviamo a fare qualche correzione, se ci è permesso. Innanzitutto, non è vero che il Kaliyuga non abbia a che fare con Kali. Kali in quanto dea della dissoluzione è la signora dell'Autunno nel ciclo annuale e l'Età del Ferro - come la chiama Esiodo - corrisponde nel Grande Eone all'Autunno. Kali non è che un alter-ego di Kala, cioè del paredro di Kali, anche se gli orientalisti tendono a non capirlo. Vedi famoso art. di Przyluski sull'argomento, distinguendo un *'kala' ('nero') dravidico da un *'kala' ('tempo') sanscrito. Invece si tratta dello stesso etimo. Non posso evidentemente segnare le lunghe nel commento, ma ho intenzione di affrontare il tema in un mio prossimo articolo nel mio blog 'Alle pendici del Monte Meru'.
Seconda obiezione: come si fa a stabilire l'esatto inizio d'un Segno Zodiacale in cielo? Farlo col goniometro è una pretesa assurda. Questo spiega perché mai i passaggi astrali rilevati dalla scienza astronomica atttuale siano imprecisi. L'unica maniera per farlo, con precisione, è adottare quale punto di partenza le grandi congiunzioni planetarie. Purtroppo si tratta d'un argomento che tanto i tradizionalisti che i non tradizionalisti conoscono poco o niente.
Terzo argomento: la durata di 6.480 del Kaliyuga non è ipotesi guénoniana, ma semplicemente un'applicazione della dottrina del 'Magnus Annus Platonis'. Essendo per definizione 1/10 del 'Manvantara' di 64.800 anni, ecco che forzatamente la sua durata è appunto di 6.480. Cioè 1 Eone. La definizione di 'Magnus Annus' è di per sé inadeguata, dovrebbe essere applicata a quella di 12.960 anni, cioè il doppio. E' questo il vero 'Anno Cosmico', che gl'indù chiamano Mahayuga (Grande Ciclo). Il termine 'Yuga' è d'altronde strettamente legato a 'Yoga', in senso astrale-planetario. Appunto, 'congiunzione'.
Quarto argomento: l'Età dell'Oro è cominciata nel Maggio Duemila, quando tutti i 7 Pianeti si trovavano al Solstizio Estivo, in Toro. La Luna, è ovvio, per poco. Anche qui non è vero che Guénon non abbia fatto sapere come esattamente la pensava. Ha dato una datazione precisa, ma temendo che qualcuno la volesse manipolare ha rimandato al calendario ebraico, che comincia 7200 anni dopo il Diluvio Atlantideo. Non credo che questa sia l'esatta data del Diluvio: quella esatta la offre Platone, visto che il Diluvio non coincide - come dichiarano le scritture di varie tradizioni - con la Fine del IV 'Grande Anno' (Mahayuga, non Yuga). Però è indubbio che tale data si riferisca alla Fine del suddetto 'Grande Anno' e quindi se sottraiamo la durata di 6.480 anni, otteniamo la cifra da aggiungere a quella dell'inizio del calendario ebraico onde ottennere l'inizio effettivo del Kaliyuga od Età del Ferro che dir si voglia. In termini strettamente numerici abbiamo dunque 7.200-6.480=720. Il calendario ebraico inizia nel 3.759 a.C. (in realtà a metà del 3.760 a.C., facendo il calcolo più esatto). Perciò l'ingresso nella 'Quarta Epoca' avviene 720 anni prima di quella data, ovvero a metà del 4,480 a.C. La data indiana ufficiale, invece, è posticipata di 1,379 anni. Non saprei dir perché, ma forse solamente per una questione d'opportunità a nascondere il dato effettivo.

 Giuseppe Acerbi · Università Ca' Foscari Venezia 

1 commento:

  1. Articolo interessante.

    Per una sintesi di Daniele:

    http://www.ebooks-online.it/profeta-daniele/

    RispondiElimina